Diritto e Fisco | Articoli

Tempi di conservazione delle dichiarazioni dei redditi

24 Agosto 2014
Tempi di conservazione delle dichiarazioni dei redditi

Per quanto tempo si deve conservare la documentazione della dichiarazione dei redditi del 2013, modello Unico 2014 o modello 730/2014?

Il contribuente che presenta il modello 730/2014, di norma, deve conservare la documentazione fino al 31 dicembre 2018, da esibire su richiesta dell’ufficio.

Le spese di ristrutturazione della casa, che hanno dato diritto alla detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi, si devono conservare fino alla fine del quinto anno successivo a quello per il quale è stata detratta l’ultima quota della detrazione Irpef del 36, 41 o del 50%.

Le stesse regole valgono per le spese relative al risparmio energetico che danno diritto alla detrazione del 55 o del 65 per cento.

Ad esempio, il contribuente che, avendo sostenuto spese nel 2004, indica l’ultima quota della detrazione del 36% nel modello 730/2014 o Unico 2014, per i redditi del 2013, deve conservare la relativa documentazione fino al 31 dicembre 2018.

In pratica, per 15 anni deve conservare la documentazione delle spese sostenute nel 2004.

Gli altri documenti del 2013 da conservare fino al 31 dicembre 2018 sono, in particolare, i seguenti:

1. certificazioni delle ritenute e redditi 2013, quali, ad esempio, i modelli Cud 2013 o Cud 2014;

2. scontrini “parlanti” per i farmaci acquistati, ricevute, fatture per spese mediche;

3. altre spese che danno diritto ad oneri deducibili od oneri detraibili;

4. deleghe di versamento, modello F24;

5. copia della polizza attestante i requisiti chiesti per i premi di assicurazione sulla vita;

6. contratto di mutuo e contratto di compravendita per l’acquisto dell’immobile adibito ad abitazione principale, per la detrazione degli interessi passivi;

7. contratto di mutuo per la costruzione e la ristrutturazione dell’immobile adibito ad abitazione principale, per la detrazione degli interessi passivi.

Il contribuente che, a seguito di richiesta degli uffici, non è in grado di esibire la documentazione per deduzioni, detrazioni, ritenute, crediti di imposte o per versamenti eseguiti, rischia di subire il disconoscimento dei benefici fiscali con conseguente richiesta di imposte, sanzioni ed interessi.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube