Diritto e Fisco | Articoli

Assegno unico per i figli senza Isee

10 Febbraio 2022
Assegno unico per i figli senza Isee

La circolare dell’Inps su come ottenere l’assegno per i figli anche da parte di chi ancora non ha l’Isee.

Il rapido passaggio dalle detrazioni per familiari a carico all’assegno unico universale ha preso in contropiede numerosi contribuenti che, nel momento in cui andranno a presentare la domanda all’Inps, potrebbero non avere un Isee o un Isee aggiornato. A fare chiarezza su come ottenere l’assegno unico per i figli senza Isee è la circolare Inps n. 23 del 9 febbraio.

In particolare, la circolare conferma la possibilità di presentare domanda per l’assegno unico universale anche in assenza di Isee. In questo caso, l’assegno spetta nella misura minima (ad esempio, 50 euro per figlio minore a carico, la stessa quota destinata ai nuclei con Isee oltre i 40mila euro) e il nucleo di riferimento è accertato sulla base dei dati autodichiarati in fase di domanda. 

Come si evince dalla circolare, resta salva l’eventualità di presentare l’Isee in un momento successivo, ossia nel corso dell’anno. 

In questi casi, l’importo mensile spettante viene determinato tenendo conto dell’Isee presente al momento della domanda e resta fisso per 12 mensilità, salvo poi procedere al conguaglio in un secondo momento (verrà effettuato generalmente nelle mensilità di gennaio e febbraio di ogni anno successivo) quando si farà riferimento all’Isee in corso di validità al 31 dicembre dell’anno precedente.

Restano invariate, però, le scadenze per poter beneficiare degli arretrati a decorrere da marzo: questi ultimi verranno riconosciuti solamente se la domanda (con l’eventuale Isee) verrà presentata entro e non oltre il mese di giugno 2022. Mentre se la domanda viene inviata dal 1° luglio in poi, la prestazione decorrerà dal mese successivo. In tutti i casi, l’Inps conferma che provvederà al riconoscimento dell’assegno entro 60 giorni dalla domanda.

La circolare Inps parte con la seguente premessa.

A decorrere dal 1° marzo 2022, il decreto legislativo 29 dicembre 2021 [1], n. 230, (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. n. 309 del 30 dicembre 2021), istituisce l’assegno unico e universale per i figli a carico, che costituisce un beneficio economico attribuito, su domanda e su base mensile, per il periodo compreso tra il mese di marzo di ciascun anno e il mese di febbraio dell’anno successivo, ai nuclei familiari sulla base della condizione economica del nucleo, in base all’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159.

L’assegno spetta anche in assenza di Isee sulla base dei dati autodichiarati nel modello di domanda, ai sensi dell’articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, dal richiedente la misura.

L’assegno è erogato dall’Inps a coloro che esercitano la responsabilità genitoriale in presenza di figli a prescindere dalla condizione lavorativa.

Il beneficio spetta per ogni figlio minorenne a carico e per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento del ventunesimo anno di età. Si ricorda che per figli a carico, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo in commento, si intendono quelli facenti parte del nucleo familiare indicato ai fini Isee nel quale è presente il beneficiario della prestazione.

Si può scaricare il testo completo della circolare a questo link



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube