Diritto e Fisco | Articoli

Assegno di mantenimento: si calcola per il reddito di cittadinanza?

14 Febbraio 2022
Assegno di mantenimento: si calcola per il reddito di cittadinanza?

Gli alimenti versati dal marito per l’ex moglie o per i figli concorrono ai fini del calcolo dell’Isee? 

Una donna percepisce dall’ex marito l’assegno di mantenimento sia per sé che per i figli. Ci chiede se tale importo si calcola per il reddito di cittadinanza (Rdc). La questione è incentrata dunque sulla seguente questione: quanto influiscono, ai fini dell’Isee, gli alimenti percepiti dall’ex coniuge e quanto possono incidere sull’ottenimento del Rdc? Cerchiamo di fare il punto della situazione. La questione va trattata in modo diverso a seconda che si tratti del mantenimento per i figli e del mantenimento per l’ex moglie. Partiamo da quest’ultimo.

Mantenimento per l’ex moglie: rileva ai fini del reddito di cittadinanza?

Partiamo col dire che la normativa in merito all’Isee (elemento necessario per verificare la sussistenza dei presupposti per ottenere il reddito di cittadinanza) fa riferimento alla famiglia anagrafica così come definita dall’articolo 4 del Dpr 223/89 e successive modifiche e integrazioni. 

Se è in corso solo una separazione di fatto, questa non influisce ai fini Isee, anche se i coniugi hanno residenza diversa; sicché, in tal caso, qualora un componente della coppia percepisca dei redditi, essi avranno incidenza sull’indicatore della situazione familiare. 

Diverso è il discorso per i coniugi separati con provvedimento del giudice (separazione giudiziale od omologazione della separazione consensuale). In tal caso, si possono verificare due diverse situazioni. Se i due ex continuano a mantenere la stessa residenza all’interno del tetto coniugale, il nucleo familiare resta unico e quindi anche l’Isee è uno soltanto. Viceversa, se essi hanno diversa residenza non appartengono più ad uno stesso nucleo familiare e potranno essere portatori di un Isee separato. 

Per quanto riguarda l’assegno di mantenimento versato in favore dell’ex moglie, l’importo corrisposto dal marito viene considerato come reddito imponibile assimilato a quello di lavoro dipendente e rientra pertanto nel calcolo dell’Isee. 

Mantenimento per i figli: rileva ai fini del reddito di cittadinanza?

I figli vengono assegnati in via prevalente a un solo genitore, presso il quale quindi fissano la relativa residenza. Pertanto, se i figli vengono collocati con la madre, rientrano nel nucleo familiare della quest’ultima. 

A differenza però di quanto succede per gli alimenti dovuti all’ex moglie, l’assegno di mantenimento corrisposto dall’ex coniuge per il mantenimento dei figli (nella misura imposta dalla sentenza del giudice che ha disposto la separazione o il divorzio) è espressamente escluso dalla base imponibile per il calcolo dell’Irpef [2]. Ne consegue pertanto che gli alimenti per i figli non concorrono alla determinazione del reddito della madre neppure ai fini Isee. Esso quindi non influisce sul diritto a ottenere il reddito di cittadinanza. In buona sostanza, il mantenimento per i figli non si calcola per ottenere il Rdc.

Anche ai fini Iseeu (particolare indicatore che partendo dall’Isee introduce specifici criteri previsti per l’Università dall’articolo 5 del Dpcm 9 Aprile 2001), il reddito del padre, in caso di separazione o divorzio, non rileva e si deve tenere conto esclusivamente di quello del genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello studente. 


note

[1] Art. 1-bis, comma 1, del Dpcm 221/99, modificato dal Dpcm 242/2001, regolamento di attuazione del Dlgs 109/98 e successive modifiche e integrazioni.

[2] Ai sensi dell’articolo 3, comma 3, lettera b) del Tuir (Dpr 917 del 22 dicembre 1986 e successive modifiche e integrazioni).


Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Non è vero che gli assegni percepiti per il mantenimento dei figli non concorrono alla determinazione dell’ Isee della madre Quadro FC5.
    Il mantenimento dei figli va inserito e fa salire l’isee della madre.
    DI conseguenza fa parte dei redditi familiari e va considerato anche per calcolo RdC.

Rispondi a Diego Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube