Diritto e Fisco | Articoli

Posso vendere casa e farmi pagare sul conto di mia moglie?

18 Febbraio 2022
Posso vendere casa e farmi pagare sul conto di mia moglie?

Pagamento immobile a persona diversa dal venditore: è possibile?

Di norma, la vendita è caratterizzata dal fatto che, a fronte della cessione del bene, il venditore riceve il pagamento del relativo prezzo. Esigenze di natura personale potrebbero però portare quest’ultimo a preferire che il pagamento avvenga sul conto di terzi. Si pensi al caso di un venditore che intenda donare ai figli il corrispettivo derivante dalla cessione di un proprio bene o il cui scopo sia di sottrarre il prezzo incassato da eventuali pignoramenti dei creditori.

In tutte queste ipotesi la domanda sarà sempre la stessa: posso vendere casa e farmi pagare sul conto di mia moglie o di altra persona?

È bene sapere che, di regola e salvo rare eccezioni, la legge lascia liberi i cittadini di definire il contenuto dei contratti per come meglio credono. Questo significa che, negli accordi tra le parti, è ben possibile prevedere che il pagamento dovuto per una vendita venga effettuato sul conto di un’altra persona, diversa cioè dal venditore. A tal fine però sarà necessario tutelare anche l’acquirente dal rischio di eventuali successive contestazioni; sicché, il venditore che voglia chiedere il pagamento sul conto di un terzo dovrà prima conferire a quest’ultimo un’apposita delega.

Dunque, è ben possibile delegare una terza persona a riscuotere delle somme proprie anche in caso di compravendite immobiliari conferendo a quest’ultima una procura all’incasso, che dovrà essere stipulata a mezzo di notaio (si parla, per l’appunto, di procura notarile all’incasso).

La legge consente al venditore di delegare un terzo affinché incassi le somme per conto proprio.

Tuttavia, è bene sapere che, se lo scopo per cui si chiede il versamento del corrispettivo della compravendita sul conto corrente di un’altra persona è quello di eludere eventuali pignoramenti dei creditori, non è detto che si riesca nell’intento. Difatti, il notaio che rogherà l’atto di compravendita è tenuto – in ossequio alle norme sulla tracciabilità dei pagamenti – a specificare in che modo avviene il versamento del prezzo, indicando non solo la forma del pagamento (ad esempio tramite assegni o bonifico) ma anche il relativo beneficiario. Trattandosi peraltro di un atto pubblico, da chiunque conoscibile, i creditori potranno venire a sapere – a seguito degli opportuni accertamenti – non solo che il bene immobile è uscito fuori dalla disponibilità del debitore ma anche dove sono finite le somme versate dall’acquirente per la cessione.

Pertanto, l’escamotage non risolve il problema di chi tenti, in tal modo, di evitare il pignoramento.

Sotto il profilo fiscale, invece, l’Agenzia delle Entrate non potrà effettuare accertamenti in merito alla provenienza del denaro sul conto della moglie o comunque del terzo delegato all’incasso proprio per via della tracciabilità del pagamento (che consente di risalire all’atto che ne è causa) e della procura notarile che giustifica il relativo versamento. Insomma, nessun rischio correrà la moglie – o chi per lei – nel ricevere sul conto corrente i soldi da parte di un terzo soggetto.

Vero è che, nel momento in cui la delega all’incasso del denaro intende realizzare lo scopo di una donazione, tale denaro dovrà essere considerato – alla morte del venditore – ai fini del calcolo della quota di legittima in favore degli eredi: di esso cioè si dovrà tenere conto nel momento in cui andranno ripartite le quote del patrimonio del donante.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube