Diritto e Fisco | Articoli

Guida in stato di ebbrezza: come avere uno sconto sulla condanna

2 Settembre 2014
Guida in stato di ebbrezza: come avere uno sconto sulla condanna

Applicazione dell’attenuante a chi, ubriaco, causa un incidente stradale ma poi risarcisce il danno provocato.

La condanna in sede penale a chi, mentre si trovava alla guida in stato di ebbrezza, ha provocato un incidente stradale [1] può essere ridotta: in questi casi, infatti, si può applicare l’attenuante [2] se il colpevole, prima del giudizio, ha riparato interamente il danno, mediante il risarcimento o, sempre prima del giudizio, si è adoperato spontaneamente ed efficacemente per eliminare o attenuare le conseguenze dannose o pericolose del reato.

Lo ha detto la Cassazione in una sentenza di ieri [3].

Per la Cassazione, è sbagliato applicare l’attenuante concessa a chi cagiona un danno di minima entità [4] (quando, ovviamente, l’incidente non abbia provocato gravi danni): infatti, il testo della legge specifica che essa è attuabile solo per i delitti contro il patrimonio e non, quindi, alle contravvenzioni. Al contrario, però, si può applicare l’attenuante prevista nel caso in cui il colpevole provveda all’integrale riparazione del danno prima del giudizio mediante risarcimento. Tale attenuante, infatti, conclude la Suprema Corte, è configurabile anche nel caso di guida in stato d’ebbrezza.

Dunque, il colpevole dovrà risarcire il danno all’automobile o alla persona subìto dall’altro soggetto coinvolto nel sinistro, per ottenere uno sconto sulla condanna da parte del giudice.


note

[1] Ai sensi dell’art. 186, commi 2, lettera b), e 2-bis cod. str.

[2] Art. 62, n. 6 cod. pen.

[3] Cass. sent. n. . 36490/14 del 1.09.2014.

[4] Prevista dall’art. 62, n. 4 cod. pen.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube