Diritto e Fisco | Articoli

L’assicurazione rc auto compre per gli incidenti qualsiasi sia stato l’uso dell’auto

4 Settembre 2014
L’assicurazione rc auto compre per gli incidenti qualsiasi sia stato l’uso dell’auto

Le clausole della polizza non possono condizionare il risarcimento del danno alla vittima del sinistro, al fatto che il mezzo sia stato utilizzato secondo la sua funzione abituale.

Stop alle polizze assicurative con restrizioni, quelle cioè che subordinano il risarcimento del danno, derivante da un sinistro stradale, a condizione che il mezzo sia stato utilizzato secondo l’uso che gli è proprio (ossia il trasporto) e non per scopi diversi (tipico, per esempio, è il caso di un trattore che, invece di essere utilizzato come mezzo di trasporto, viene impiegato come mezzo di lavoro o da traino).

A dirlo è la Corte dell’Unione Europea, in una sentenza pubblicata qualche ora fa [1].

La normativa europea ha, di recente, rafforzato le garanzie nei confronti delle vittime da incidenti stradali, estendendo l’obbligo di risarcimento a qualsiasi incidente avvenuto su una strada, a prescindere dall’uso che sia stato fatto dell’automezzo responsabile. In pratica, le compagnie assicurative non possono negare l’indennizzo – derivante dalla assicurazione obbligatoria per responsabilità civile (rc auto) – ai danni provocati dal mezzo nonostante quest’ultimo sia stato usato in modo non conforme alla sua funzione abituale.

Secondo Lussemburgo e Bruxelles, la protezione per le persone lese da un incidente causato da un veicolo in occasione del suo uso non può essere sottoposta a restrizioni o a condizioni come quella di un uso non corretto del veicolo. L’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile deve coprire qualsiasi incidente causato utilizzando un veicolo, a prescindere dall’uso che dello stesso sia stato fatto dal conducente (se per funzioni di lavoro o di rimorchio anziché di trasporto delle persone).


note

[1] C. Giust. UE sent. C-162/13 del 4.09.2014.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube