Diritto e Fisco | Articoli

Se guidi l’auto sottoposta a fermo e non sei il proprietario

4 Settembre 2014
Se guidi l’auto sottoposta a fermo e non sei il proprietario

Reato per chi sottrae la vettura anche se è solo un utilizzatore occasionale.

Mettere in circolazione un’auto sottoposta a fermo amministrativo per mancata copertura assicurativa è un reato. E ciò non vale anche per il titolare del mezzo, ma per qualsiasi altra persona.

Secondo infatti il Tribunale di Trento [1], il reato di sottrazione di cose sottoposte a sequestro può essere compiuto non solo dal proprietario del bene sequestrato, bensì anche da chi abbia l’effettiva disponibilità del bene sottoposto al vincolo e ne sia il reale utilizzatore.

Così, per esempio, se l’auto è intestata al padre e, nonostante il fermo, venga utilizzata dal figlio, quest’ultimo rischia il procedimento penale.

Tale reato è, infatti, configurabile per il conducente dell’autovettura non proprietario del veicolo che, nonostante sia informato del fermo amministrativo per mancata copertura assicurativa dell’autovettura, si pone alla guida del veicolo dandosi alla fuga.

Il Tribunale specifica appunto che, per aversi il reato, è necessario che l’utilizzatore sia informato dell’esistenza del vincolo. Diversamente non potrebbe averne responsabilità.


note

[1] Trib. Trento, sent. n. 232/2014

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube