Diritto e Fisco | Articoli

Scuola: durante il congedo straordinario maturano le ferie?

19 Marzo 2022
Scuola: durante il congedo straordinario maturano le ferie?

Sono docente scuola primaria in congedo straordinario per tre mesi ex L. 104/92. Chiedo, ai fini delle ferie estive della scuola, che succederebbe se prolungassi il congedo fino a fine giugno. Avrei diritto alle ferie estive, oppure potrebbero richiamarmi in servizio?

Per il personale di ruolo ma anche per i docenti che prestano servizio su una supplenza annuale su posto vacante e disponibile, le ferie sono regolamentate dall’art.13 comma 1, del Ccnl Scuola, ai sensi del quale «Il dipendente con contratto di lavoro a tempo indeterminato ha diritto, per ogni anno di servizio, ad un periodo di ferie retribuito. Durante tale periodo al dipendente spetta la normale retribuzione, escluse le indennità previste per prestazioni di lavoro aggiuntivo o straordinario e quelle che non siano corrisposte per dodici mensilità».

Le ferie sono così ripartite:

  • 32 giorni per il personale con un’anzianità di servizio superiore a 3 anni;
  • 30 giorni per sé ha un’anzianità di servizio non superiore ad anni 3 (valgono anche gli anni con contratto a tempo determinato).
  • 4 giornate di riposo che si aggiungono ai giorni di ferie da fruire obbligatoriamente entro il 31 agosto

Qualunque sia la tipologia di servizio prestato, basteranno i 3 anni per poter fruire dei 32 giorni di ferie.

Le ferie non subiscono detrazioni, né si interrompe la loro maturazione nel caso il docente effettui:

  • assenze retribuite per intero (congedi di maternità, congedi parentali, permessi retribuiti, permessi legge 104, permessi per lutto o matrimonio)
  • assenze retribuite in modo parziale (congedo parentale retribuito al 30%, malattie retribuite al 90% o al 50%).

Le ferie subiscono invece una riduzione nel caso di:

  • aspettative non retribuite per motivi familiari, di lavoro o di studio;
  • congedo biennale per assistenza ai sensi della legge 104/92 anche se retribuito.

Sia il giorno libero che la settimana corta non incidono sulla maturazione delle ferie.

Alla luce di quanto premesso, durante la fruizione del congedo straordinario ai sensi della L. 104/92, il rapporto di lavoro viene sospeso e, conseguentemente, non si maturano giorni di ferie.

Pertanto, terminato il congedo, Lei potrà usufruire solo delle ferie residue, maturate nel periodo precedente il congedo medesimo e, una volta fruiti tali giorni di ferie, potrà essere richiamata in servizio per lo svolgimento di mansioni comunque compatibili con il Suo livello di inquadramento.

Articolo tratto da una consulenza resa dall’avv. Valentina Azzini



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube