Diritto e Fisco | Articoli

Incompatibilità per dirigenti sportivi dilettantistici

19 Marzo 2022
Incompatibilità per dirigenti sportivi dilettantistici

Sono un amministratore di un’associazione sportiva dilettantistica. Posso ricoprire una carica non di amministratore in un’altra società sportiva dilettantistica?

A decorrere dal 1° gennaio 2023 sarà in vigore l’articolo 11 del decreto legislativo n. 36 del 2021 secondo il quale: “E’ fatto divieto agli amministratori delle associazioni e società sportive dilettantistiche di ricoprire qualsiasi carica in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale, disciplina sportiva associata o Ente di promozione sportiva riconosciuta dal Coni”.

Questo vuol dire che dal 1° gennaio 2023 per gli amministratori di una s.s.d. o di una a.s.d. ci sarà incompatibilità con qualsiasi altra carica (quindi non solo con la carica di amministratore) ricoperta in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale, disciplina sportiva associata o Ente di promozione sportiva riconosciuta dal Coni.

Dal 1° gennaio 2023 cesserà quindi di essere in vigore la norma (cioè l’articolo 90, comma 18 bis, della legge 289 del 2002) che oggi stabilisce l’incompatibilità per gli amministratori di una a.s.d. o s.s.d. di ricoprire la stessa carica (cioè di amministratore) in altre s.s.d. o a.s.d. nell’ambito della medesima federazione sportiva o disciplina associata se riconosciute dal Coni, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un ente di promozione sportiva.

La nuova disciplina pertanto (che, ripeto, entrerà in vigore dal 1° gennaio 2023) è più rigorosa di quella attualmente in vigore in quanto prevede per l’amministratore di una a.s.d. o di una s.s.d una incompatibilità con qualsiasi altra carica (quindi anche con cariche prive di funzioni di amministrazione) ricoperte in altre a.s.d. o s.s.d. nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale, disciplina sportiva associata o Ente di promozione sportiva riconosciuta dal Coni.

Pertanto se lei, al 1° gennaio 2023, ricoprisse il ruolo di amministratore di una a.s.d. non potrebbe ricoprire contemporaneamente qualsiasi altra carica in altra a.s.d. o s.s.d. (anche a r.l.) nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale, disciplina sportiva associata o Ente di promozione sportiva riconosciuta dal Coni.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube