Diritto e Fisco | Articoli

Esame di maturità 2022: ecco le regole

15 Marzo 2022 | Autore:
Esame di maturità 2022: ecco le regole

Doppia prova scritta e colloquio orale, ma con pesi diversi: le prove d’esame valgono solo il 50% del punteggio complessivo, il resto si basa sul profitto scolastico.

A partire dal 22 giugno 2022, mezzo milione di studenti si siederanno sui banchi per sostenere l’esame di maturità. In questo terzo anno di pandemia il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha confermato la modalità “light“, che tiene conto delle difficoltà incontrate dai ragazzi. Ma quest’anno, dopo due anni di stop, tornano le due prove scritte, anche se il peso del voto della seconda è molto scarso, e tutte e tre le prove d’esame valgono, ai fini del punteggio, quanto il profitto scolastico del triennio. Ecco le regole per l’esame di maturità 2022.

Le prove scritte

Secondo quanto prevede l’ordinanza del ministro dell’Istruzione, la prima prova scritta sarà un tema di italiano, su base nazionale, e a scelta su sette tracce in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico e di tre diverse tipologie:

  • analisi e interpretazione del testo letterario;
  • analisi e produzione di un testo argomentativo;
  • riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

La seconda prova scritta, invece, sarà diversa per ciascun indirizzo di studio, e verrà predisposta dalle Commissioni d’esame dei singoli Istituti, in modo da tenere in considerazione il programma effettivamente svolto nelle classi. In particolare, le materie stabilite sono:

  • Lingua e cultura latina per il liceo classico;
  • Matematica per il liceo scientifico;
  • Lingua e cultura straniera per il liceo linguistico;
  • Economia aziendale per l’istituto tecnico, settore economico, indirizzo «Amministrazione, finanza e marketing»;
  • Scienza e cultura dell’alimentazione per l’istituto tecnico alberghiero;
  • Igiene e cultura medico-sanitaria per l’istituto professionale, indirizzo «Servizi socio-sanitari».

Il colloquio orale

Il colloquio orale inizierà chiedendo allo studente di analizzare un materiale scelto dalla Commissione d’esame – composta da sei commissari interni e da un presidente esterno – che, a seconda degli indirizzi di studio, potrà essere un testo, un documento, un progetto o un problema.

Lo studente potrà presentare una breve relazione o un lavoro multimediale, per esporre le esperienze fatte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Nello svolgimento del colloquio – spiega il ministero – «il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di Educazione civica».

I punteggi

Le prove d’esame peseranno per 50 punti sui 100 complessivi, dunque solo per la metà del voto finale; la restante parte del punteggio sarà basata sui risultati conseguiti dallo studente durante il triennio. Il tema di italiano varrà al massimo 15 punti e la seconda prova al massimo 10 punti. L’esame orale potrà valere fino a 25 punti.

Per il resto valgono le consuete regole: il punteggio minimo necessario per diplomarsi è 60, e il massimo è 100. Si potrà ottenere la lode, con l’unanimità della Commissione.

Regole per la sicurezza sanitaria

Le regole per l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 saranno stabilite in un apposito protocollo, che non è ancora stato emanato. Probabilmente, resterà ancora l’obbligo di indossare le mascherine, il distanziamento interpersonale e la sanificazione dei locali scolastici.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube