Diritto e Fisco | Articoli

Guida senza assicurazione

20 Marzo 2022
Guida senza assicurazione

Cosa rischia chi guida senza copertura assicurativa Rca: le multe e le conseguenze amministrative e penali. 

Nonostante l’obbligo di legge, la guida senza assicurazione resta tutt’oggi uno degli illeciti stradali più ricorrenti. Le conseguenze sono gravi sia per l’automobilista, a cui si applicano (come vedremo a breve) pesanti sanzioni; sia per i terzi che, in caso di sinistro, dovranno seguire una procedura più complicata per ottenere il risarcimento; sia per lo Stato che è tenuto a coprire i danni conseguenti ai sinistri attraverso un proprio fondo (il Fondo di Garanzia Vittime della Strada).

Proprio per queste ragioni e per contrastare la guida senza assicurazione, si sta muovendo la “macchina burocratica” onde sdoganare l’impiego delle telecamere, già utilizzate per tutor, autovelox, ztl e semafori, al fine di controllare anche la copertura assicurativa dei veicoli.  

Vediamo dunque quali sono le conseguenze della guida senza polizza Rca (appunto l’assicurazione obbligatoria sulla responsabilità civile automobilista).

Multa guida senza assicurazione

Chi guida un’auto o una moto deve essere assicurato. Alla scadenza della polizza, il contratto non si rinnova automaticamente, sicché il conducente è tenuto a rinnovarlo. È tuttavia prevista tolleranza in caso di mancato pagamento dei premi per i 15 giorni successivi alla scadenza. Infatti, l’assicurazione rimane attiva fino al 15esimo giorno dopo la scadenza e termina alle ore 24 del quindicesimo giorno.  

Vediamo ora cosa rischia chi circola senza assicurazione. Chiariamo innanzitutto che si tratta di un illecito amministrativo, una violazione del codice della strada e non di un reato. Detto ciò, ecco la multa che la polizia deve irrogare al titolare del veicolo.

Chi circola senza l’assicurazione è soggetto alla sanzione pecuniaria da 866 a 3.464 euro.  Oltre alla sanzione pecuniaria, scatta anche il sequestro del veicolo. Conseguentemente, l’organo accertatore ordina che la circolazione sia fatta immediatamente cessare e che il veicolo sia prelevato, trasportato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio. 

Approfondimenti: Cosa succede se guidi senza assicurazione?

Tuttavia, qualora l’assicurazione sia resa operante nei 15 giorni successivi al termine di scadenza del premio o qualora l’interessato entro 30 giorni dalla contestazione della violazione provveda alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo, la sanzione è ridotta a metà.

Qualora l’interessato effettui il pagamento della sanzione in misura ridotta, corrisponda il premio di assicurazione per almeno 6 mesi e garantisca il pagamento delle spese del veicolo sottoposto a sequestro, l’organo di polizia ne dispone la restituzione all’avente diritto, dandone comunicazione al Prefetto. Laddove, invece, non venga né effettuato il pagamento in misura ridotta né proposto ricorso contro il verbale, l’organo accertatore invia al Prefetto il verbale e il veicolo viene confiscato (ossia viene espropriato e passa in proprietà allo Stato che potrà venderlo).

Recidiva

Quando lo stesso soggetto sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni di cui al comma 2 per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue altresì la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a due mesi.

In tali casi, quando è stato effettuato il pagamento della sanzione in misura ridotta e corrisposto il premio di assicurazione per almeno sei mesi, il veicolo con il quale è stata commessa la violazione non viene immediatamente restituito ma è comunque sottoposto a fermo amministrativo per quarantacinque giorni decorrenti dal giorno del pagamento della sanzione prevista. La restituzione del veicolo è in ogni caso subordinata al pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia sostenute per il sequestro del veicolo e per il successivo fermo, se ricorrenti, limitatamente al caso in cui il conducente coincide con il proprietario del veicolo.

Assicurazione falsa

Il veicolo che, privo di copertura Rca, viene fatto circolare con documenti assicurativi falsi o contraffatti, è sottoposto a confisca amministrativa. Inoltre, a carico di colui che abbia falsificato o contraffatto i documenti assicurativi è disposta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per 1 anno.

Rilevamento assicurazione con telecamere

La legge prevede la possibilità di accertamento della mancanza di copertura assicurativa anche mediante il raffronto dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi di controllo elettronico come: 

  • autovelox e tutor gestiti dagli organi di Polizia stradale e nella loro disponibilità che consentono la determinazione dell’illecito in tempo successivo poiché il veicolo oggetto del rilievo è a distanza dal posto di accertamento o comunque nell’impossibilità di essere fermato in tempo utile o nei modi regolamentari;
  • telecamere installate sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali di controllo del traffico;
  • telecamere per il rilevamento delle Ztl;

La documentazione fotografica prodotta dalle suddette apparecchiature costituisce atto di accertamento.

Qualora, dalle risultanze del raffronto dei dati risulti che, al momento del rilevamento, un veicolo fosse sprovvisto della prescritta copertura assicurativa, l’organo di polizia invita il proprietario, o altro soggetto obbligato in solido, a presentarsi, entro un determinato termine, all’ufficio di polizia per esibire il certificato di assicurazione. Conseguentemente, a carico di chi, senza giustificato motivo, non ottempera all’invito, oltre alla sanzione del pagamento di una somma da 430 a 1.731 euro, si applica la sanzione di cui all’art. 193.

Incidente stradale per colpa del conducente senza assicurazione

Se una persona che guida senza assicurazione provoca un incidente stradale, il danneggiato deve presentare domanda di risarcimento al Fondo di Garanzia Vittime della Strada che poi si rivale nei confronti del responsabile privo di copertura, chiedendogli il rimborso delle somme erogate alla controparte. 

Qualora il conducente senza assicurazione dovesse non fermarsi dopo un sinistro con feriti (anche lievi) la sua posizione si aggrava: in tal caso scatta il reato di fuga.  

Incidente stradale per colpa dell’altro conducente 

Se l’incidente stradale vede coinvolti due soggetti, di cui uno senza assicurazione ma privo di colpe per lo scontro, e un altro coperto dalla Rca ma responsabile per il sinistro, ci si è chiesto se il primo possa essere ugualmente risarcito. Alcuni giudici hanno dato risposta affermativa: in tal caso il danneggiato dovrà rivolgersi alla compagnia del soggetto responsabile. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube