Diritto e Fisco | Articoli

Paga l’irap l’avvocato che si avvale del domiciliatario

11 Settembre 2014
Paga l’irap l’avvocato che si avvale del domiciliatario

Se l’aiuto di uno studio d’appoggio non è occasionale si configura l’autonoma organizzazione ai fini dell’imposta.

Non ha diritto al rimborso dell’Irap l’avvocato che, pur non essendo strutturato, si avvale in modo non occasionale di corrispondenti domiciliatari.

Lo ha sancito la Ctr di Bari [1] che ha respinto il ricorso di un legale che si opponeva al silenzio rifiuto dell’amministrazione sulla richiesta di rimborso Irap.

Il Collegio ha spiegato che l’autonoma organizzazione ricorre quando il contribuente sia sotto qualsiasi forma responsabile dell’organizzazione e sia quindi inserito in strutture organizzative riferibili anche ad altrui responsabilità e interessi. Oppure impieghi beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività ovvero si avvalga, in modo non occasionale, del lavoro altrui, anche come corrispondenti domiciliatari.


note

[1] CTR Bari, sent. n. 1194/2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube