Diritto e Fisco | Articoli

Nuova tessera sanitaria: cos’è cambiato?

30 Marzo 2022 | Autore:
Nuova tessera sanitaria: cos’è cambiato?

Dal 1° marzo 2022 vengono distribuiti i nuovi documenti che fungono anche da codice fiscale e Carta nazionale dei servizi con un nuovo layout.

Chi ha chiesto o rinnovato la tessera sanitaria dopo il 1° marzo 2022 avrà notato che il documento non è uguale a quelli precedenti: c’è una nuova veste grafica, manca qualche simbolo rispetto alla versione di prima. Se si tratta di un cittadino residente in provincia di Bolzano, poi, avrà anche potuto constatare che le diciture sono riportate sia in italiano sia in tedesco. Che è successo? Con la nuova tessera sanitaria, cos’è cambiato? In termini pratici – che è quello che interessa – sono state introdotte delle novità significative per chi deve avere delle prestazioni dal Servizio sanitario nazionale?

Tutto è nato da un decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a fine marzo 2022 ma che è in vigore dall’inizio dello stesso mese. Un provvedimento che, per quanto riguarda la tessera sanitaria, è intervenuto più sull’apparenza che sulla sostanza. Vediamo perché.

Com’è la nuova tessera sanitaria?

La nuova tessera sanitaria distribuita a partire dal 1° marzo 2022 è sempre un documento plastificato grande quanto una carta di credito che serve per l’accesso alle prestazioni del Servizio sanitario nazionale (visite, esami di laboratorio, ricoveri, ecc.) e che funge anche da codice fiscale e da Carta nazionale dei servizi per accedere ai portali della Pubblica Amministrazione con l’apposito lettore.

Le principali novità che presenta la nuova tessera sono:

  • l’assenza del logo della Regione di residenza nella parte anteriore della tessera, in basso a destra;
  • le diciture in italiano e in tedesco sulle tessere dei cittadini residenti nella Provincia autonoma di Bolzano. Nel caso in cui nome e/o cognome dell’intestatario abbiano dei caratteri diacritici, cioè con dei segni aggiunti alle lettere, verranno riportati sulla tessera su due righe incolonnate: la prima con nome e/o cognome con caratteri diacritici e la seconda con la scrittura, diciamo così, «normale».

Resta la validità di sei anni (o fino alla scadenza del permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari) e di un anno dalla nascita. Sul retro, ci sarà sempre la tessera europea di assicurazione di malattia, che consente all’intestatario di beneficiare delle prestazioni sanitarie in uno degli Stati membri dell’Unione.

La nuova tessera richiesta o rinnovata dopo il 1° marzo 2022 sostituisce quella vecchia alla scadenza di quest’ultima e viene spedita all’indirizzo di residenza che risulta all’anagrafe tributaria dell’Agenzia delle Entrate.

Nuova tessera sanitaria: cosa c’è nella parte anteriore

La parte anteriore della nuova tessera sanitaria riporta i seguenti dati, partendo dall’alto in basso e da sinistra a destra:

  • codice fiscale;
  • data di scadenza;
  • cognome;
  • nome;
  • sesso;
  • Comune di nascita;
  • Provincia di nascita;
  • data di nascita;
  • tre lettere in formato Braille standard a sei punti, che corrispondono a tre lettere del codice fiscale del titolare.

Nella parte in basso a destra, c’è un rettangolo sopra il quale c’è la dicitura «dati sanitari regionali». Nella vecchia versione della tessera sanitaria era inserito all’interno il logo della Regione di residenza. Ora quel riquadro appare vuoto, senza questo simbolo.

Tutte queste diciture, come detto, sono riportate in italiano e in tedesco per gli utenti residenti nella Provincia autonomo di Bolzano.

Nuova tessera sanitaria: cosa c’è nella parte posteriore

La parte posteriore della nuova tessera sanitaria riporta la tessera europea di assicurazione malattia, cioè le informazioni che corrispondono allo standard europeo per l’assistenza sanitaria in uno dei Paesi dell’Unione.

Troviamo, sempre dall’alto in basso e da sinistra a destra:

  • una banda magnetica, con i dati del titolare;
  • il codice fiscale in formato Bar code (codice a barre);
  • identificazione del modulo (spazio vuoto);
  • sigla di identificazione dello Stato che rilascia la tessera (nel nostro caso, IT per Italia);
  • cognome;
  • nome;
  • data di nascita;
  • numero di identificazione personale, che corrisponde al codice fiscale riportato nella parte anteriore;
  • numero di identificazione dell’istituzione (500001 più la denominazione dell’istituzione, cioè SSN-MIN SALUTE);
  • numero di identificazione della carta, vale a dire numero della tessera sanitaria (è quello in basso a sinistra, campo n. 8);
  • scadenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube