Business | Articoli

Asseco: cos’è?

14 settembre 2015


Asseco: cos’è?

> Business Pubblicato il 14 settembre 2015



Lavoro, assunzioni e contratti: la certificazione dell’ordine dei consulenti del lavoro per la conformità alle disposizioni in materia di lavoro e legislazione sociale.

A partire dal 15 gennaio 2014, i datori di lavoro possono richiedere al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro il rilascio dell’ASSECO, finalizzata ad attestare la loro conformità alle disposizioni in materia di lavoro e legislazione sociale.

L’ASSECO viene rilasciata con riferimento ai rapporti di lavoro, sia subordinato sia “parasubordinato ”.

Secondo alcuni commentatori, l’ASSECO non certifica la corretta qualificazione e/o la genuinità dei rapporti di lavoro presi in considerazione, ma si limita a dichiarare che, sulla base della documentazione esaminata e delle verifiche svolte dal consulente asseveratore, il datore di lavoro ha rispettato la normativa legale e contrattuale con specifico riferimento alle materie che vedremo più avanti.

L’elenco dei datori di lavoro che hanno ottenuto la ASSECO, gestito dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, è pubblicato sul sito dello stesso Consiglio Nazionale e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Procedura

La ASSECO è rilasciata esclusivamente su istanza volontaria del datore di lavoro che intende ottenere l’asseverazione e si svolge interamente in via telematica (attraverso la piattaforma on-line Asse.Co). L’istanza è presentata per tramite di un consulente del lavoro asseveratore, appositamente delegato, alla segreteria del Comitato di asseverazione, designato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

La procedura sulla piattaforma telematica deve essere conclusa entro 60 giorni dall’apertura della pratica, mediante invio della documentazione e compilazione del rapporto di audit da parte del consulente asseveratore.

La ASSECO è rilasciata entro 30 giorni dalla data del ricevimento della documentazione completa (ovvero della documentazione supplementare eventualmente richiesta dal comitato), previa verifica del rispetto dei presupposti necessari al rilascio. Il termine di 30 giorni decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di protocollazione della documentazione.

La ASSECO ha validità annuale dalla data di rilascio.

Per assistere il datore di lavoro nella procedura di asseverazione, il consulente del lavoro delegato dallo stesso deve possedere i seguenti requisiti:

– essere iscritto all’Ordine da almeno 24 mesi;

– esercitare l’attività libero professionale con abitualità e prevalenza, cioè trarre da tale attività la maggior parte del proprio volume d’affari dichiarato ai fini IVA;

– aver seguito l’apposito corso di formazione;

– essere in regola con la formazione continua obbligatoria;

– non aver subito, nei 24 mesi precedenti la proposta di incarico, sanzioni disciplinari divenute definitive.

L’elenco dei consulenti asseveratori è pubblicato sul sito del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Materie

Gli elementi contenuti nella dichiarazione di responsabilità del datore di lavoro, che sono oggetto della ASSECO, sono elencate qui di seguito:

Lavoro minorile

– Rispetto del limite di età

– Rispetto del divieto di adibizione degli adolescenti alle lavorazioni vietate

– Rispetto dell’obbligo di sorveglianza sanitaria

– Rispetto del divieto di lavoro notturno

– Rispetto dell’orario di lavoro

Tempi di lavoro

– Rispetto della durata massima dell’orario di lavoro

– Rispetto dei limiti in materia di lavoro straordinario

– Rispetto della disciplina sul computo e sui compensi per lavoro straordinario

– Rispetto della disciplina sui riposi giornalieri

– Rispetto della disciplina sui riposi settimanali

– Rispetto della disciplina in materia di ferie annuali

– Rispetto dei limiti di lavoro notturno

– Rispetto delle disposizioni in materia di valutazione dello stato di salute dei lavoratori notturni

– Rispetto del divieto di adibizione delle donne al lavoro

Lavoro nero

– Rispetto della disciplina in materia di corretta instaurazione di rapporti di lavoro subordinato

Salute e sicurezza sul lavoro

– Assenza di provvedimenti di carattere sanzionatorio in materia di salute e sicurezza del lavoro

Effetti

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del ministero del Lavoro, al fine di realizzare un più efficace utilizzo delle risorse ispettive disponibili, orienta l’attività di vigilanza in via assolutamente prioritaria nei confronti delle imprese prive della ASSECO fatta eccezione per le seguenti ipotesi:

– specifica richiesta di intervento;

– indagine demandata dall’Autorità giudiziaria o da altra Autorità amministrativa;

– controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni in base alla disciplina vigente.

La ASSECO può essere utilizzata nell’ambito degli appalti privati ai fini della verifica della regolarità delle imprese e il personale ispettivo ne tiene conto nell’ambito di eventuali accertamenti.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI