Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia: preavviso di fermo impugnabile

15 Settembre 2014
Equitalia: preavviso di fermo impugnabile

Inutile aspettare il danno: la misura del semplice preavviso è immediatamente lesiva dei diritti e interessi del debitore-contribuente-automobilista.

Hai ricevuto una lettera da parte di Equitalia che ti anticipa l’imminente iscrizione del fermo amministrativo sulla tua auto perché c’è ancora un insoluto a tuo nome? Per poter far ricorso al giudice non hai bisogno di andare a scovare, nel cassetto o negli archivi, la vecchia e ormai dimenticata cartella di pagamento, o chiedere l’estratto di ruolo presso gli uffici della società di riscossione. Infatti, secondo una recentissima sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Catanzaro [1] è possibile impugnare anche la semplice lettera che contiene il preavviso di fermo.

In pratica il preavviso di fermo amministrativo è ugualmente impugnabile davanti alla Commissione Tributaria in quanto è il provvedimento con il quale si mette al corrente della procedura coattiva attivata da Equitalia il contribuente.

La questione è tutt’altro che insignificante. Infatti, in passato, molti giudici avevano rigettato le pur fondate richieste di annullamento dell’imminente fermo da parte dei cittadini ritenendo che, per l’impugnazione, fosse necessario attendere l’avvenuta iscrizione del fermo auto (o, altrimenti, procedere con largo anticipo, impugnando la cartella esattoriale). Con l’innegabile svantaggio che l’automobilista, prima di poter ottenere giustizia, era costretto a subire la misura cautelare sul proprio mezzo e a non poter circolare per diversi mesi, prima che il giudice si fosse pronunciato sulla questione.

La tesi restrittiva è ancora sostenuta da Equitalia e dal fisco che, ovviamente, in questo, piuttosto che mirare alla corretta interpretazione del diritto, a vantaggio della legalità, preferiscono “tirare l’acqua al proprio mulino”, sostenendo interpretazioni che ormai, per i tribunali, sono superate.

Il Collegio calabrese, però, ha sconfessato la tesi sostenuta dal fisco riguardo la non impugnabilità della comunicazione di avvio notificata al contribuente preliminare al fermo perché il preavviso di fermo consiste nella comunicazione al debitore dell’avvenuta adozione del provvedimento di fermo, i cui soli effetti (e cioè l’iscrizione dello stesso nei pubblici registri) sono posticipati di 20 giorni.

Ma non solo. La legge distingue due fasi distinte e separate del procedimento relativo al fermo:

1. la prima riguarda l’adozione del provvedimento (“decorso inutilmente il termine di 20 giorni, il concessionario può disporre il fermo….).

2. la seconda fase riguarda l’esecuzione del provvedimento già emanato (“il fermo si esegue mediante iscrizione del provvedimento che lo dispone…).

Per la CTR, da tutto ciò deriva che il preavviso, essendo comunicazione dell’avvenuta adozione del fermo, è immediatamente lesivo dei diritti e interessi dei debitore e, perciò, immediatamente impugnabile davanti al giudice.


note

[1] CTR Catanzaro sent. n. 662 del 2.09.2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Io è da un anno che aspetto le risultanze del ricorso. Nel frattempo sono stato costretto a pagare circa 1900 € per non tenere ferma l’auto nuova. Tutto questo per cartella totalmente fuorilegge. Ho scoperto che in media ci vogliono quattro anni perché si definisca il ricorso. Per concludere Equitalia ha fatto ugualmente il fermo nonostante diffida del mio ex avvocato. Non escludo di procedere anche penalmente contro Equitalia .Infatti ristudiandomi il CP ,sono ex poliziotto, ho individuato più di dieci articoli violati.

  2. iO INVECE HO AVUTO IL FERMO SENZA PREAVVISO!!!! ME NE SONO ACCORTA ANDANDO A PAGARE IL BOLLO ACI!!!! L’ACI MI HA DETTO CHE 4 MESI PRIMA DELLA SCADENZA EQUITALIA AVEVA MESSO IL FERMO!!! TUTTO PER UNA CARTELLA FUORILEGGE RISALENTE AGLI ANNI 1995 E 1997 CIOE’ DI 24 ANNI FA!!!!!!!!! STO FACENDO RICORSO DA UN ANNO E ANCORA DEVO SAPERE QUALCOSA IN MERITO!!! INTANTO HO SEMPRE IL FERMO AMMINISTATIVO SULLA MACCHINA!IO STO PROCEDENDO PENALMENTE CON EQUITALIA VOGLIO GIUSTIZIA!!!

  3. questo paese ormai mi fa vomitare, sono disgustato per le infinite ingiustizie che ci sono, tutte contro il cittadini piu deboli, i giudici posso decidere quello che vogliono e rovinando intere famiglie e le persone che lavorano onestamente, se un dei miei figli è in difficoltà, io lo aiuto e non lo condanno come fa questo governo/i di sterco,
    ero un nazionalista amavo il mio paese amavo il mio lavoro ora provo soltanto rancore odio e disprezzo per tutti questi delinquenti a cui abbiamo affidato il paese….

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube