Diritto e Fisco | Articoli

Come personalizzare la targa dell’auto

14 Agosto 2022 | Autore:
Come personalizzare la targa dell’auto

L’intestatario di un veicolo può scegliere i numeri e le lettere da riportare nella targa. Se la Motorizzazione civile accetta la combinazione proposta, immatricola il veicolo e rilascia la carta di circolazione.

Per chi è cresciuto negli anni ’80 a pane e Supercar, il telefilm americano in cui la vettura del protagonista riportava una targa unica e inconfondibile, l’entrata in vigore nel nostro Paese della legge che disciplina la procedura per personalizzare quella del proprio veicolo, ha rappresentato la realizzazione di un sogno. Va comunque detto che, attualmente, in pochi vi ricorrono in quanto comporta costi aggiuntivi e tempistiche assai lunghe. In ogni caso, come personalizzare la targa dell’auto?

All’uopo provvede l’articolo 100 del Codice della strada il quale dispone che, ferma restando la sequenza alfanumerica fissata dal regolamento di attuazione, l’intestatario della carta di circolazione può chiedere, con le modalità stabilite dal Dipartimento per i Trasporti Terrestri, una specifica combinazione di lettere e numeri per la propria targa. Detta richiesta, però, deve rispettare determinati vincoli e può essere effettuata solo con riferimento a un’auto di nuova immatricolazione, non essendo ammessa in caso di cambio targa di una vettura già immatricolata.

Per personalizzare la targa dell’auto è possibile andare di persona presso l’ufficio competente della Motorizzazione civile e, quindi, compilare gli appositi moduli oppure rivolgersi a un’agenzia per il disbrigo di pratiche automobilistiche. Non è prevista la procedura online.

Targa personalizzata: quali vincoli vanno rispettati?

Quando si richiede una combinazione alfanumerica ben determinata per la propria targa, bisogna considerare che la sua struttura deve essere la medesima di quelle tradizionali e, di conseguenza, deve riportare due lettere seguite da tre cifre e da altre due lettere.

Peraltro, le prime lettere non possono essere X, Y, Z e sono escluse dalle possibilità di personalizzazione le vocali O, U e I e la consonante Q, a causa di una certa somiglianza tra lettere e numeri. Ciò serve, in sostanza, al fine di evitare confusioni.

Inoltre, la forma, i colori e i materiali utilizzati devono essere quelli comuni a tutte le targhe circolanti e anche il posizionamento sul mezzo deve essere quello prescritto dalla legge.

Tenendo conto di queste regole, per personalizzare la targa dell’auto, è possibile scegliere il codice alfanumerico che più si preferisce, ad esempio con le iniziali del proprio nome, cognome e dei numeri che richiamano il proprio anno di nascita.

Come personalizzare la targa dell’auto?

La procedura per personalizzare la targa dell’auto consta di più passaggi. Innanzitutto, va presentata una domanda presso la sede locale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri (uffici della Motorizzazione civile), nella quale vanno riportati:

  1. le generalità del richiedente;
  2. i dati del veicolo in riferimento al quale viene richiesta la targa personalizzata;
  3. la combinazione di lettere e numeri che si desidera.

All’istanza va allegata la copia del libretto di circolazione.

Il Dipartimento dei Trasporti Terrestri verifica la disponibilità del codice alfanumerico indicato, ovvero che la combinazione richiesta non sia stata già utilizzata. All’esito, immatricola il veicolo e rilascia la carta di circolazione.

Alla consegna della targa provvede direttamente l’Istituto Poligrafico dello Stato nel termine di 30 giorni dal rilascio della carta di circolazione. Durante tale periodo, è consentita la circolazione del veicolo previa apposizione sullo stesso, di un pannello a fondo bianco riportante le indicazioni contenute nella targa richiesta. La posizione e la dimensione del pannello nonché i caratteri di iscrizione devono essere corrispondenti a quelli della targa desiderata [1].

Se si guida un’auto con il predetto pannello, è opportuno portare con sé una copia della documentazione di avvenuta e approvata richiesta della targa personalizzata di cui si è in attesa.

Quanto costa personalizzare la targa dell’auto?

La procedura per personalizzare la targa dell’auto comporta il pagamento di circa 150 euro per l’apertura della relativa pratica. Il costo può variare a seconda della zona geografica in cui si trova l’ufficio del Dipartimento dei Trasporti Terrestri presso il quale viene inoltrata l’istanza.

Se poi ci si rivolge a un’agenzia per il disbrigo di pratiche automobilistiche, è possibile arrivare a spendere anche tra i 250 euro e i 300 euro.

Quali sono gli altri modi per personalizzare la targa dell’auto?

Oltre alla procedura appena descritta, per personalizzare la targa dell’auto si possono utilizzare degli adesivi catarifrangenti che brillano al buio. Accanto agli adesivi che diventano visibili, se illuminati, ci sono poi degli stickers con i quali associare il logo del costruttore alla targa della propria vettura.

I kit adesivi per personalizzare la targa del veicolo costano intorno ai 10 euro. Tuttavia, prima di acquistarli è opportuno assicurarsi che si tratti di stickers omologati e conformi al Codice della strada. Tutti gli adesivi che abbinano il logo della casa costruttrice alla targa sono idonei alla circolazione solo se non coprono la scritta della targa medesima.


note

[1] Art. 102, co. 3, cod. strada.


Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube