Diritto e Fisco | Articoli

Disabili: congedo al genitore al posto del convivente

16 Settembre 2014
Disabili: congedo al genitore al posto del convivente

Indennità a carico dell’Inps: l’interpretazione del ministero.

Il genitore non convivente può beneficiare del periodo di congedo previsto dal Testo unico in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità [1] anche quando al disabile in situazione di gravità può essere garantita idonea assistenza da parte di un convivente, non essendo questi legittimato a fruire del diritto.

Lo ha affermato il ministero del Lavoro in risposta a un interpello dell’Anci.

Prendendo spunto dalla tassatività dei soggetti che possono avere titolo al periodo di congedo accompagnato dalla relativa indennità a carico dell’Inps, i tecnici si sono espressi positivamente. Ciò anche in relazione alla impossibilità di un’estensione per via analogica degli aventi diritto al congedo.

Con altra risposta a interpello [2] il ministero ha affrontato, poi, una problematica connessa alla computabilità delle altre categorie diverse dai disabili [3] in caso di cambio d’appalto. È stato chiesto, se, nelle ipotesi di cambio d’appalto e di conseguente obbligo contrattuale di assunzione del personale già in forza ai sensi dell’articolo 4 del Ccnl per i dipendenti di imprese di pulizia/multiservizi, l’azienda subentrante debba procedere ad una assunzione ex novo di un altro soggetto orfano o possa ritenersi riconosciuto ai fini degli obblighi di legge il soggetto orfano già in forza ma non riconosciuto come tale. Per i tecnici, il datore di lavoro subentrante potrà computare nella quota di riserva, il personale orfano assunto in applicazione dell’obbligo contrattuale di cui all’articolo 4 del Ccnl citato.


note

[1] Art. 42, comma 5, D.lgs. n. 151/01.

[2] Min. Lavoro, risposta n. 22/14

[3] Tutelate dalla legge 68/99.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube