Diritto e Fisco | Articoli

Sono obbligato ad esibire i documenti ai vigili urbani?

23 Aprile 2022
Sono obbligato ad esibire i documenti ai vigili urbani?

Un agente di polizia locale si è avvicinato alla mia auto mentre ero fermo a motore spento e mi ha chiesto i documenti. Poteva farlo? Mi sono rifiutato di esibirli. Poi, mi ha fatto un verbale che non ho ritirato. Che sanzione può avermi contestato?

Innanzitutto, occorre dire che la legge, cioè l’articolo 192, 2° comma, del Codice della strada obbliga i conducenti ad esibire, su richiesta dei funzionari, degli ufficiali e degli agenti che espletano servizi di polizia stradale (quindi a tutti gli agenti anche della Polizia locale che svolgono funzioni di polizia stradale autorizzati dall’articolo 12, 1° comma, lettera e) del Codice della strada) il documento di circolazione, la patente di guida e ogni altro documento che devono avere con sé.

In base alla legge (articolo 180 del Codice della strada), il conducente è obbligato ad avere con sé:

  • la carta di circolazione;
  • la patente di guida;
  • il certificato di assicurazione obbligatoria.

Pertanto, secondo le norme di legge appena richiamate:

  • anche l’agente di Polizia locale ha il diritto di chiedere al conducente di esibirgli patente, carta di circolazione e certificato di assicurazione obbligatoria;
  • il conducente ha l’obbligo, se gli viene richiesto, di esibire patente, carta di circolazione e certificato di assicurazione obbligatoria.

La legge poi (l’articolo 192, comma 6, del Codice della Strada) prevede una sanzione amministrativa che va da euro 87 ad euro 344 per il conducente che si rifiuta di esibire, all’agente che glieli richiede, i documenti sopra indicati.

Fatta questa premessa, nel suo caso specifico, poiché lei non ha ritirato il verbale non sono in grado di dirle di quale violazione si tratta.

Formulando delle ipotesi, posso supporre che le potrebbe essere stata contestata:

  • la violazione dell’articolo 192, 6 comma, del Codice della strada in quanto si è rifiutato di esibire i documenti che l’agente le aveva richiesto;
  • oppure potrebbe esserle stata contestata la violazione dell’articolo 158 del Codice della strada che punisce il divieto di sosta e di fermata (questo articolo contiene una lunga serie di casi in cui la sosta e/o la fermata dei veicoli sono vietate).

Tenga conto che in tutti i casi in cui è vietata la sosta, la violazione esiste anche se il conducente è al suo posto di guida e non ha abbandonato il veicolo ed esiste sia che il veicolo abbia il motore acceso o spento.

La sosta è la sospensione della marcia del veicolo prolungata nel tempo (articolo 157, 1 comma, lettera c), del Codice della strada) per cui si è in sosta tutte le volte che il veicolo è fermo (non per esigenze dovute al traffico) per un tempo prolungato a motore spento o acceso e con il conducente alla guida o no.

In base alla descrizione che lei ha fatto nel suo quesito quando l’agente le si è avvicinato, il suo veicolo era fermo da tempo e quindi era in sosta (per la legge, ripeto, la sosta c’è se il veicolo è fermo per un tempo non breve anche se il conducente è al posto di guida, con motore spento o acceso).

Perciò, se nel luogo in cui lei era fermo la sosta era vietata (per uno dei motivi indicati nell’articolo 158 del Codice della strada), lei era già in contravvenzione nel momento stesso in cui l’agente le si è avvicinato ed è quindi possibile, e sarebbe perfettamente legale, che nel verbale da lei non ritirato le sia stata contestata la violazione di un divieto di sosta.

Solo leggendo il verbale lei potrà essere in grado di conoscere con certezza quale contestazione le sia stata fatta.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Pur citando correttamente l’art. 12 1° comma, lettera e del C.d.S., non si capisce perché successivamente, in merito all’art. 180 sull’obbligo del possesso dei documenti di guida, aggiungete che “anche” l’agente di Polizia locale ha il diritto di chiedere al conducente di esibirgli patente, carta di circolazione e certificato di assicurazione obbligatoria; quando sul C.d.S. non esiste tale avverbio…
    Saluti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube