Cronaca | News

Ucraina: nuovi negoziati in Turchia

8 Aprile 2022
Ucraina: nuovi negoziati in Turchia

Ucraina: Al Arabiya, Russia e Ucraina disponibili a colloqui in Turchia.

Secondo quanto riferito da un funzionario turco al notiziario Al Arabiya rilanciato dal ‘The Kyiv Indipendent’, “sia la Russia che l’Ucraina sono disponibili a tenere i colloqui in Turchia, ma sono ben lontane dal concordare un testo comune”. La Turchia ha ospitato il precedente round di colloqui a Istanbul il 29 marzo.

”La Turchia resta un partner vero e affidabile dell’Ucraina”. Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri di Kiev Dmytro Kuleba riferendo di un colloquio con ”il mio omologo e amico Mevlut Cavusoglu” che ”ha affermato l’impegno di Ankara a fornire ulteriore sostegno all’Ucraina”. Kuleba si è detto ”grato alla parte turca per i suoi instancabili sforzi diplomatici volti a porre fine alla guerra della Russia contro l’Ucraina”.

Ucraina: Di Maio, ‘da Zelensky aperture clamorose, ma Putin avanza con carri armati’

Volodymyr Zelensky “ha fatto delle aperture clamorose”, “aperture enormi”, mentre Vladimir Putin “continua ad avanzare con carri armati e missili”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo a ‘Diario di Guerra del Tg4. Il presidente ucraino “ha fatto delle aperture clamorose, ha detto ‘l’Ucraina non entra più nella Nato e siamo pronti a un accordo sulla neutralità’, ha detto che è pronto a discutere su Crimea e Donbass – ha affermato Di Maio – Zelensky ha fatto delle aperture enormi, partendo dal presupposto che è stato eletto dal popolo ucraino e il Paese è degli ucraini e Putin l’ha invaso, e nonostante queste aperture Putin continua ad avanzare con carri armati e missili”.

L’Italia mantiene un “canale aperto” con la Russia, come dimostra la telefonata tra il premier Mario Draghi e il presidente russo Vladimir Putin. Ha proseguito così Luigi Di Maio. Quanto all’espulsione di 30 funzionari dell’ambasciata russa in Italia, il ministro degli Esteri ha ribadito che si è trattato di una decisione a tutela della nostra “sicurezza nazionale”, ma questo “non è incompatibile” con la ricerca della pace.

Rischi Chernobyl

Kiev. Le autorità ucraine accusano le forze russe di avere sequestrato fino a 170 tecnici dell’ex centrale nucleare di Chernobyl e di averli condotti in Russia contro la loro volontà. A denunciarlo, in un’intervista alla Cnn, è il ministro dell’Interno ucraino, Denys Monastyrsky, che ha anche accusato le forze russe di avere compiuto saccheggi. Non ci sono al momento reazioni da parte di Mosca alle accuse lanciate da Kiev.

La conta dei morti

In Ucraina, dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio scorso, sono 1.626 i civili rimasti uccisi e 2.267 quelli feriti. L’ultimo bollettino dell’Ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani registra tra le 1.626 vittime civili almeno 245 donne, 63 bambini, 26 ragazze e 43 ragazzi.

Di Maio, ‘togliere soldi a Putin per finanziare guerra, altrimenti dura all’infinito’

Vladimir Putin “in questo momento non sta dimostrando di volere la pace, il suo esercito continua con allucinanti azioni di orrore e di morte ed è anche per questo che lo stiamo colpendo con le sanzioni perché gli dobbiamo togliere i soldi per finanziare quella guerra, altrimenti questa guerra continuerà all’infinito”. Lo ha detto Luigi Di Maio, intervenendo a ‘Diario di guerra’ del Tg4.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube