Cronaca | News

Il consigliere di Putin: l’escalation contro l’Europa è inevitabile

9 Aprile 2022
Il consigliere di Putin: l’escalation contro l’Europa è inevitabile

Minacce di guerra contro l’Unione Europea e la Nato da parte di Sergey Karaganov: “l’imperialismo americano e l’obbedienza europea si sono spinti oltre i limiti”.

Intervistato dal Corriere della Sera, il consigliere di Putin Sergey Karaganov non lascia parole che possano far trascorrere un sereno weekend agli italiani. 

Karaganov è stato consigliere presidenziale per la politica estera sia con Boris Yeltsin che con Vladimir Putin. Ancora oggi che guida il Centre for Foreign and Defense Policy di Mosca resta molto vicino al ministro degli Esteri Sergey Lavrov e allo zar. 

Dinanzi a questa domanda, fattagli dal giornalista «Crede che un’escalation di questa guerra verso altri Paesi sia inevitabile?», il burocrate profetizza: «Purtroppo diventa sempre più probabile. Gli americani e i loro partner della Nato continuano a inviare armi all’Ucraina. Se va avanti così, gli obiettivi in Europa potrebbero essere colpiti o lo saranno per interrompere le linee di comunicazione. Allora la guerra potrebbe vivere un’escalation. È sempre più plausibile. Penso i generali americani la vedano come me».

Ed ancora, ecco alcuni importanti estratti dell’intervista che non lasciano intravedere una pace.

«Lei dice che la vera guerra ora è contro l’espansionismo occidentale. Che intende?»

Karaganov ha risposto sulle pagine del Corriere: «Vediamo l’espansione occidentale in atto e la russofobia raggiungere livelli come l’antisemitismo tra le due guerre. Quindi il conflitto stava già diventando probabile. E abbiamo visto profonde divisioni e problemi strutturali nelle società occidentali. Così il Cremlino ha deciso di colpire per primo. Tra l’altro, questa operazione militare sarà usata per ristrutturare l’élite e la società russa. Diventerà una società più militante, basata sulla nazionalità, spingendo fuori dalla classe dirigente gli elementi non patriottici».

L’obiettivo della guerra è rovesciare la presenza della Nato in Europa centrale e orientale?

«La maggior parte delle istituzioni sono, secondo noi, unilaterali e illegittime. Minacciano la Russia e l’Europa orientale. Noi volevamo una pace giusta, ma l’avidità e la stupidità degli americani e la miopia degli europei ci hanno rivelato che questi attori non la vogliono. Dobbiamo correggere i loro errori».

La guerra Usa – Russia è vicina?

Le forniture di armi e munizioni all’Ucraina da parte dell’Occidente causano «ulteriore spargimento di sangue», sono «pericolose e provocatorie» e possono portare «gli Stati Uniti e la Federazione Russa sulla via del confronto militare diretto». A dirlo — in un messaggio che alza ulteriormente il livello della tensione, mai così alta da decenni, tra Mosca e Washington — è stato, in un’intervista a Newsweek, l’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov. Secondo Antonov, Mosca «fa tutto il possibile per evitare vittime civili e danni all’infrastruttura dell’Ucraina» — una frase in palese contrasto con le immagini di violenze sui civili e deliberata distruzione di infrastrutture non militari da parte della Russia in Ucraina.

Il Vaticano: evitare la catastrofe nucleare

Proprio ieri dal Vaticano era partito un appello ai governi affinché sia scongiurata la “catastrofe della guerra nucleare e l’escalation delle guerre convenzionali che non risparmiano nemmeno le popolazioni civili”. Il monito arriva dalla Pontificia Accademia delle Scienze che, in una articolata dichiarazione, ha fissato alcuni punti d’azione comuni per scongiurare il pericolo di una guerra nucleare.

Il nuovo schema della guerra russa?

L’esercito russo si sta riorganizzando nell’area orientale dell’Ucraina, e il prossimo obiettivo potrebbe essere la città di Kharkiv. A dirlo è stato il capo dell’intelligence militare ucraina, il generale Kyrylo Budanov, in un’intervista alla Cnn. Il generale ha spiegato che le truppe di Mosca si stanno «raggruppando verso Izium» — una città di grande importanza strategica — e «hanno in programma di avanzare verso Kharkiv prima di tutto. Budanov prevede anche che dopo il tentativo di distruggere Kharkiv e Mariupol, i russi potrebbero tentare di avanzare verso Kiev.

Biden firma legge per stop a normali relazioni commerciali con Russia e vieta import petrolio

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden ha firmato una legge che interrompe le normali relazioni commerciali con la Russia e un disegno di legge che vieta le importazioni di petrolio dalla Russia. Lo riferisce la Casa Bianca in una nota secondo quanto riporta ‘The Hill’. Il provvedimento firmato da Biden interrompe le normali relazioni commerciali anche con la Bielorussia.

La legge consente a Biden di imporre tariffe più elevate sulle importazioni russe e punta a soffocare ulteriormente l’economia russa, che è già stata duramente colpita dalle sanzioni internazionali a causa della guerra in Ucraina.

Di Maio, ‘togliere soldi a Putin per finanziare guerra, altrimenti dura all’infinito’

Vladimir Putin “in questo momento non sta dimostrando di volere la pace, il suo esercito continua con allucinanti azioni di orrore e di morte ed è anche per questo che lo stiamo colpendo con le sanzioni perché gli dobbiamo togliere i soldi per finanziare quella guerra, altrimenti questa guerra continuerà all’infinito”. Lo ha detto Luigi Di Maio, intervenendo a ‘Diario di guerra’ del Tg4. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube