Diritto e Fisco | Articoli

Si può modificare una donazione?

17 Aprile 2022
Si può modificare una donazione?

Una volta fatto un regalo a una persona si può modificare l’oggetto o riprenderselo? La revoca o la modifica della donazione: i casi. 

Si può modificare una donazione una volta effettuata? Ipotizziamo che un padre abbia diviso una casa in due unità, regalando il piano di sopra al primogenito e quello sottostante al secondogenito. Potrebbe cambiare idea una volta firmati i rogiti? Oppure, semmai una persona dovesse regalare una somma di denaro a un parente e poi ripensarci e chiedergli la restituzione di una parte di questa, potrebbe farlo? 

Per sapere se si può modificare una donazione dobbiamo comprendere innanzitutto cos’è la donazione, cosa comporta e se può essere revocata. Ecco le risposte alle principali domande.

Cos’è la donazione?

La donazione è un contratto. Come tutti i contratti infatti implica uno scambio di volontà tra due soggetti: da un lato quella del donante, che deve voler donare il bene oggetto della donazione; dall’altro quella del donatario, che deve accettare la donazione (non gli si può imporre di divenire proprietario di un bene che non vuole).

La donazione quindi si perfeziona non appena c’è lo scambio tra tali due volontà.

Cosa comporta la donazione?

La donazione comporta il trasferimento immediato della proprietà del bene donato, dal donante al donatario.

Tuttavia, se il bene è un immobile oppure un bene mobile di «non modico valore», per il trasferimento della proprietà è necessario il rogito notarile, il cosiddetto «atto pubblico». La legge non dice cosa si debba intendere per «modico valore»: tutto va valutato caso per caso, sulla base delle condizioni economiche delle parti. Pertanto, tutto ciò che arricchisce notevolmente il donatario e che impoverisce sensibilmente il donante si considera donazione di «non modico valore» (si pensi alla donazione di 50mila euro effettuata da un pensionato con una mensilità di poche centinaia di euro).

In tutti gli altri casi, la donazione può avvenire anche informalmente, ad esempio con la consegna dell’oggetto nelle mani del donatario, con un bonifico bancario, con una scrittura privata.

Si può modificare la donazione?

Proprio perché la donazione una volta effettuata implica un trasferimento della proprietà, essa non può più essere modificata. E ciò perché il bene è entrato nella sfera giuridica di un soggetto diverso (il donatario), non potendo il donante più disporre. Questo vale indipendentemente dalla forma con cui è stata eseguita la donazione (sia essa cioè con atto pubblico, con una scrittura privata).

Si può revocare una donazione?

Così come non può essere modificata, una donazione non può neanche essere revocata. Eccezionalmente, può essere revocata solo per sopravvenienza di figli sconosciuti all’atto della donazione o per ingratitudine del donatario. La legge elenca tutte le cause di ingratitudine che consistono in reati particolarmente gravi. Per la precisione, si può revocare una donazione se il donatario:

  • ha volontariamente ucciso o tentato di uccidere la persona della cui successione si tratta, o il coniuge, o un discendente, o un ascendente della medesima, purché non ricorra alcuna delle cause che escludono la punibilità a norma della legge penale;
  • ha commesso, in danno di una di tali persone, un fatto al quale la legge dichiara applicabili le disposizioni sull’omicidio;
  • ha denunziato una di tali persone per reato punibile con l’ergastolo o con la reclusione per un tempo non inferiore nel minimo a tre anni, se la denuncia è stata dichiarata calunniosa in giudizio penale; ovvero ha testimoniato contro le persone medesime imputate dei predetti reati, se la testimonianza è stata dichiarata, nei confronti di lui, falsa in giudizio penale.

Inoltre, è possibile revocare la donazione se il beneficiario si è reso colpevole d’ingiuria grave verso il donante, ha dolosamente arrecato grave pregiudizio al patrimonio di lui o gli ha rifiutato indebitamente gli alimenti.

Un ultimo caso in cui è possibile revocare la donazione è per errore in cui sia caduto il donante. Si pensi al caso di una persona che regala un oggetto d’oro a un’altra, ritenendo di doversi disobbligare per un favore da questa ricevuto quando invece la prestazione è stata eseguita da un’altra persona. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube