Cronaca | News

Si può pagare una multa al vigile?

13 Aprile 2022
Si può pagare una multa al vigile?

Vigile chiede di pagare la multa al momento stesso della contestazione: scattata la condanna penale. 

Se un vigile ti dice che puoi pagargli la multa in contanti in quello stesso momento in cui ti ha contestato la violazione del Codice della strada non credergli. Altrimenti rischi di fare come tutti quei malcapitati di Novara truffati da un poliziotto della comunale. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza dopo che questi aveva incassato ben 68mila euro.

La legge stabilisce che non si può pagare una multa al vigile, sia in contanti che con il bancomat o la carta di credito. Questa possibilità, che un tempo era prevista nel nostro ordinamento, oggi non è più in vigore. E pertanto o ci si reca direttamente al comando della polizia per effettuare il versamento della somma oppure si fa un bonifico o ci si rivolge alle ricevitorie. 

Tornando al vigile di Novara, per anni questi ha riscosso in contanti gli importi delle multe facendo credere agli automobilisti di poter estinguere la sanzione con pagamento diretto e immediato. La gente gli credeva, togliendosi così anche il peso di dover poi andare a versare la sanzione. 

Una volta scoperto dalla Guardia di Finanza di Borgomanero, il funzionario di un ente locale del territorio, accusato di peculato, ha simulato un furto, sostenendo di aver conservato il denaro in una valigetta, senza che quel denaro fosse mai stato dichiarato nei rendiconti annuali.

Il dipendente infedele, nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Verbania, è stato inoltre segnalato alla Corte dei Conti per aver procurato un danno erariale di 273.500 euro. Collateralmente è stato avviato nei suoi confronti un controllo fiscale.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube