Diritto e Fisco | Articoli

Furto auto: conservare la documentazione d’acquisto è fondamentale

18 Settembre 2014
Furto auto: conservare la documentazione d’acquisto è fondamentale

Una scusa per non pagare gli assicurati: fatto sta che se le condizioni generali di polizza prevedono l’obbligo di mantenere copia del contratto e dei mezzi di pagamento, il risarcimento può essere negato.

 

Attenti alle polizze assicurative per il rischio di furto auto: molte di queste prevedono, nel caso in cui venga chiesto il risarcimento perché il veicolo è stato rubato, l’obbligo per l’assicurato di produrre alla compagnia tutta la documentazione riguardante l’acquisto ed il conseguente pagamento dell’auto, oltre al certificato di spossessamento. Si tratta di condizioni ritenute, da una recente sentenza del Tribunale di Bologna [1], più che legittime e non vessatorie.

Saranno anche condizioni particolarmente onerose, che impongono una certa cura, per il proprietario del mezzo, nella conservazione degli atti di vendita e degli assegni versati al concessionario o al privato. Fatto sta che, in assenza di tali documenti, se previsti dalle condizioni generali di contratto dell’assicurazione, il risarcimento può essere addirittura negato.

Inutile allora far presente che il mezzo è stato acquistato da un privato senza alcun contratto scritto e pagato in contanti (ovviamente per importi inferiori a mille euro, posti i recenti obblighi di tracciabilità dei pagamenti): nessun giudice potrebbe essere disposto a darvi ragione, almeno stando al precedente in commento. Se le condizioni generali della polizza assicurativa stabiliscono la produzione della documentazione riguardante l’acquisto ed il pagamento dell’auto rubata, oltre al certificato di spossessamento, il proprietario non può giustificare l’impossibilità di tale produzione, affermando di aver acquistato il mezzo in piena informalità.

Ci troviamo dinanzi una situazione quasi assurda perché, specie a distanza di anni, la documentazione potrebbe essere soggetta a smarrimento, nel migliore dei casi. E, del resto, conservarla dentro l’auto non avrebbe alcun senso se poi questa viene rubata (ovviamente con tutti i documenti). Insomma: a quanto pare, le assicurazioni sembrerebbero aver trovato una scusa per non pagare gli assicurati…


note

[1] Trib. Bologna, sent. del 5.08.2014.

 

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. veramente pazzesco! altro piccolo particolare che pochissimi conoscono è che se non si consegnano le 2 chiavi dell automobile oggetto di furto, l assicurazione si trattiene parte del dovuto. Io dopo aver scritto e firmato una dichiarazione, dove affermavo di consegnare 1 sola chiave perche ne avevo smarrita 1, vengo avvisata che la somma dovutami era parecchio più bassa alla cifra detta inizialmente: se io avessi fatto la denuncia di smarrimento della I^chiave e l’avessi presentata in assicurazione insieme alla denuncia, tutto questo NON sarebbe successo. Ma chi è che denuncia lo smarrimento della prima chiave della macchina, in previsione di un probabile furto della macchina stessa??? le assicurazioni non dicono nulla e come al solito sono sempre ‘preparate’ a non pagare gli assicurati.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube