Diritto e Fisco | Articoli

Come tutelarsi gratis da chi copia: diritto d’autore e blocco del sito contro la violazione del copyright

21 Settembre 2014
Come tutelarsi gratis da chi copia: diritto d’autore e blocco del sito contro la violazione del copyright

Violazioni del diritto d’autore: qualcuno copia o mette a disposizione su internet i tuoi libri, la tua musica, i tuoi film, le tue fotografie? I siti sono all’estero e non sai come fare? Oggi puoi ottenere gratuitamente ed in breve tempo la rimozione del sito.

Un tuo libro è abusivamente riprodotto su in sito, su siti esteri sono presenti tuoi contenuti e non sai come fare?

Il tuo film sta per uscire al cinema? I tuoi dischi vengono ascoltati su internet senza il tuo permesso?

Le tue fotografie sono su un sito internet senza il tuo permesso?

Oggi eliminare i siti o far cancellare il tuo contenuto è facile, ed è gratuito.

Come si fa e dove?

Basta depositare una querela di poche righe presso la polizia postale, oppure la guardia di finanza, o anche semplicemente depositandola presso la Procura della Repubblica della tua città, citando gli articoli 171 e 171 ter della legge n. 633/1941 (la famosa legge sul diritto d’autore).

Se la tua richiesta è fondata (e tale appare), in poco tempo i tuoi contenuti (e l’intero sito se è dedicato proprio alla pirateria) verranno cancellati con un ordine dell’autorità giudiziaria.

È l’effetto di numerosi decreti di sequestro preventivo di contenuti sul web ( libri, film, musica, fotografie) che i tribunali, soprattutto quelli di Milano e Roma ( ma anche Cagliari), stanno concedendo in breve tempo a chi lamenta la violazione dei propri diritti.

E se il sito è all’estero, niente paura: verrà ordinato dai giudici ai provider italiani (cioè chi ci dà accesso ad internet) di impedire l’accesso a quel sito per gli utenti italiani, e nessuno potrà cosi accedere al portale e violare i tuoi diritti.

Cosa bisogna scrivere e allegare?

La prima cosa da fare è stampare la pagina del sito che viola il tuo diritto d’autore, senza fare alcunché, e portarla poi alla polizia postale o al Tribunale della tua città, insieme alla denuncia che puoi fare direttamente lì (o fartela scrivere da un avvocato, anche online, come quelle di laleggepertutti a questo link “Redigi querela”).

Poi il consiglio è di salvare su una chiavetta la pagina o il sito e tenerla a disposizione.

Se si tratta di più siti, munitevi di un elenco e depositatelo insieme alla denuncia.

Esistono altri mezzi?

Qualcuno potrà dirvi che esistono altri mezzi oltre a quello della querela presso le autorità giudiziarie, e proverà anche a dissuadervi, ma non vi lasciate trarvi in inganno: attraverso lo strumento gratuito della denuncia-querela potrete ottenere in brevissimo tempo il sequestro del sito e senza limiti di numero dei siti.

Inoltre, grazie allo strumento adottato dai giudici di Roma e di Milano, potrete impedire che, anche nel futuro, ciò accada.

Quindi munitevi di stampante, fate una fotografia la sito e andate tranquillamente a denunciare il fatto, meglio se in una delle strutture specializzate per gli ordini su Internet.

L’unica accortezza è quella di segnalare pochi file alla volta, uno o due al massimo, perché altrimenti appare difficile ottenere giustizia in tempi brevi, sarete sempre in tempo ad integrare in un secondo momento l’istanza.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube