Diritto e Fisco | Editoriale

Retata in rete

13 ottobre 2011 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 ottobre 2011



I giornali l’hanno battezzata come la “più grande retata” mai messa in atto nei confronti della pirateria, ma in realtà non è che una delle consuete manovre commerciali messe in piedi da uno studio legale americano. Il che non vuol dire, tuttavia, che sia meno preoccupante. Loro, infatti, i lawyer dell’altro continente, in questo ci sanno fare, forse perché hanno avvertito prima di noi la crisi della professione forense.

E non è solo Grisham che ce lo dice nei suoi annuali racconti. Prendiamo, per esempio, proprio il caso in questione.

Un gruppo di avvocati, appartenenti allo studio legale di Washington “Dunlap, Grubb & Weaver”, si è costituito in associazione, dandosi peraltro un nome abbastanza altisonante: “United States Copyright Group” (Uscq); ha quindi contattato i titolari dei diritti sul film “The Expendable” (“I Mercenari”) per intentare causa contro coloro che avevano scaricato, senza autorizzazione, la pellicola da Internet attraverso protocolli Bit Torrent.

Insomma, un modo di autoproporsi a difesa di un diritto i cui detentori non avrebbero altrimenti esercitato – vuoi per i costi, vuoi per inerzia, vuoi per timore dell’utilità del risultato.

L’articolo prosegue per I-dome a questo indirizzo

 

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI