Diritto e Fisco | Articoli

Preavviso di dimissioni dal lavoro del genitore del neonato

26 Settembre 2014
Preavviso di dimissioni dal lavoro del genitore del neonato

In caso di congedo parentale, il lavoratore deve convalidare le dimissioni presso la Dtl: questo significa che non è tenuto a presentare le dimissioni al datore di lavoro e per questo non è obbligato al periodo di preavviso?

L’istituto del congedo parentale (cosiddetto “congedo facoltativo”) consente a ciascun genitore, entro i primi otto anni di vita del figlio, di astenersi dall’attività lavorativa nel rispetto delle condizioni e dei limiti temporali stabiliti dalla legge [1].

Il lavoratore legittimato ad assentarsi a titolo di congedo parentale, che intenda nel frattempo dimettersi, deve portare a conoscenza del datore di lavoro la sua determinazione. Manifestata tale volontà, ove le dimissioni siano presentate durante i primi tre anni di età del bambino, la legge [2] prevede che la risoluzione del rapporto sia sospensivamente subordinata alla convalida da parte della Direzione territoriale del Lavoro.

Successivamente, trascorsi i tre anni di vita del bambino, le dimissioni dovranno essere o convalidate avanti la Dtl [3], oppure, in alternativa, convalidate da parte del lavoratore mediante la sottoscrizione di un’apposita dichiarazione apposta in calce alla ricevuta di trasmissione della comunicazione di cessazione del rapporto.

Per quanto concerne il preavviso, la legge [4] prevede che in caso di dimissioni presentate durante i primi tre anni di vita del bambino, il lavoratore non sia tenuto a dare alcun preavviso.


note

[1] Art. 32 e seguenti del Dlgs 151/2001.

[2] Art. 55 del Dlgs 151/2001.

[3] Art. 4 della legge 92/2012.

[4] Co. 5 art. 55 del Dlgs 151/2001.

 

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube