Diritto e Fisco | Articoli

Con la separazione, il comodato sulla casa familiare resta alla nuora

30 Settembre 2014
Con la separazione, il comodato sulla casa familiare resta alla nuora

Il suocero può riavere l’appartamento dato al figlio che si separa solo per ragioni di urgenza.

 

Se la casa dove va a vivere la giovane coppia è di uno dei genitori degli sposi e questi la concede in comodato al figlio per starci con la sua famiglia, non può averla indietro se il matrimonio finisce e, con la separazione, il giudice assegna l’appartamento alla madre affidataria dei figli. A meno che non voglia farne un uso diretto o navighi in cattive acque e non abbia più dove andare a vivere.

A dirlo sono state le Sezioni unite della Cassazione con una sentenza di ieri [1]. La Corte ha respinto la richiesta del suocero-comodante di restituzione dell’immobile, ormai abitato solo dalla nuora e dal nipote. L’uomo, che aveva concesso la casa al figlio quando si era sposato, riteneva che fosse sufficiente annunciare di aver cambiato idea. Ma le Sezioni unite spiegano che non è così.

Solo il comodato senza determinazione di durata [2] impone, infatti, al comodatario di restituire la casa alla semplice richiesta. Diversa la situazione quando il comodato ha un termine finale [3]: l’immobile va restituito nel termine se questo è fissato, oppure, se il comodato è legato all’uso, quando vengono meno le ragioni per le quali è stato concesso.

Nel caso esaminato l’appartamento era stato dato come casa familiare senza limiti temporali, e “se il contratto ancorava la durata del comodato alla famiglia del comodatario corrisponde a diritto che esso perduri fino al venir meno delle esigenze della famiglia”. Anche se questa si è disgregata con la separazione. A meno che il proprietario non voglia farne un uso diretto o imprevedibilmente sia peggiorata la sua situazione economica.


note

[1] Cass. sent. n. 20448/14 del 29.09.2014.

[2] Regolato dall’art.1810 cod. civ.

[3] Cioè rientra nel raggio d’azione dell’art. 1809 cod. civ.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube