Diritto e Fisco | Articoli

Ricorso per Cassazione inammissibile se troppo lungo

30 Settembre 2014
Ricorso per Cassazione inammissibile se troppo lungo

In Cassazione bisogna rispettare il dovere di sinteticità espositiva.

100 pagine posson bastare”… per dichiarare inammissibile un ricorso per Cassazione. Lo dice la stessa Suprema Corte che, nel voler bacchettare gli avvocati troppo prolissi, censura l’indiscriminato “copia e incolla” degli atti processuali inerenti ai due precedenti gradi di giudizio.

Nella sentenza, pubblicata questa mattina [1], viene ribadito il dovere degli avvocati di rispettare il principio di sinteticità espositiva pena l’improcedibilità dell’atto di 100 pagine, specie se le ultime 10 sono sufficienti a sintetizzare la domanda.

È vero: non esiste nessuna norma che prescrive l’obbligo di essere sintetici – ammettono i giudici del Palazzaccio – ma questo si può desumere dal principio del giusto processo.

Se spesso sono gli avvocati a lamentarsi del “copia e incolla” nelle motivazioni dei giudici, stavolta avviene il contrario: gli “ermellini” bacchettano la tecnica di redazione degli atti che si risolve nella pedissequa riproduzione di tutti i documenti che la difesa ritiene ignorati o male interpretati. E ciò anzitutto perché costringe il collegio a leggersi tutto, quasi come a volere delegare alla stessa Suprema corte – fa capire la sentenza – la selezione degli atti effettivamente rilevanti ai fini della decisione. Ma ciò compete alla parte e al suo difensore perché rientra nel contenuto del ricorso.

Spetta dunque all’avvocato il potere/dovere di sintesi. Perché, dall’altro lato, il semplice rinvio agli atti processuali, senza sintetizzare bene i termini della controversia e la precisa domanda posta alla Cassazione, potrebbe essere a sua volta motivo di rigetto del ricorso.


note

[1] Cass. sent. n. 20589/14 del 30.09.14.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube