Diritto e Fisco | Articoli

Lo stipendio dell’amministratore di società è pignorabile?

15 Maggio 2022
Lo stipendio dell’amministratore di società è pignorabile?

A quali condizioni ed entro quali limiti un creditore può pignorare il compenso o il rimborso spese dell’amministratore di una Srl o altra società.

Potrebbe succedere che una persona, che nel corso della propria vita abbia accumulato una serie di debiti, decida successivamente di intraprendere un’attività imprenditoriale e di farsi nominare amministratore di una società. La società gli eroga un compenso mensile a titolo di retribuzione per l’opera prestata. Cosa potrebbero fare i creditori di quest’ultimo per recuperare i soldi ad essi dovuti? Lo stipendio dell’amministratore di società è pignorabile? Vediamo cosa dice la legge a riguardo.

Si può pignorare lo stipendio?

Lo stipendio, in generale, può essere pignorato, seppur entro determinati limiti che vedremo a breve. La forma della procedura per avviare il pignoramento dello stipendio è quella del cosiddetto «pignoramento presso terzi». 

Il pignoramento presso terzi può essere intrapreso solo se il creditore dispone già di un titolo esecutivo, ossia di una sentenza di condanna o di un decreto ingiuntivo divenuto definitivo. Ma è anche titolo esecutivo un assegno o una cambiale protestata o un contratto di mutuo siglato dinanzi al notaio.

Munito del titolo esecutivo, il creditore notifica al debitore, tramite l’ufficiale giudiziario, il cosiddetto atto di precetto: una intimazione a pagare entro il termine massimo di 10 giorni alla scadenza dei quali si può intraprendere il pignoramento.

Il pignoramento dello stipendio può avvenire sia prima che questo venga erogato al dipendente, e quindi direttamente in capo all’azienda datrice di lavoro, sia dopo (in questo secondo caso assume la forma del pignoramento del conto corrente su cui lo stipendio viene accreditato). 

Limiti al pignoramento dello stipendio

La legge prevede un limite al pignoramento dello stipendio solo in favore dei redditi da lavoro dipendente. Questo limite è di un quinto per tutti i creditori privati. Quando invece il pignoramento viene intrapreso dall’Agente per la Riscossione Esattoriale, il limite scende a un decimo per i redditi che non superano 2.500 euro mensili e a un settimo per quelli tra 2.501 e 5.000 euro, per poi risalire a un quinto quando la mensilità supera 5.000 euro.

Le cose vanno diversamente per i redditi da lavoro autonomo e professionale che possono essere pignorati integralmente. In questo caso, però, il creditore dovrà individuare – cosa non facile – il cliente ancora tenuto a versare il compenso e intervenire prima che questo venga materialmente erogato. Diversamente, si potrà procedere al pignoramento del conto corrente e, anche in tal caso, non vi sono limiti all’entità del pignoramento stesso.

Si può pignorare lo stipendio dell’amministratore di una società?

Da quanto appena detto è facile comprendere che, per stabilire in che misura si può pignorare lo stipendio dell’amministratore di una società (ossia la percentuale assoggettabile a pignoramento), è necessario prima verificare la natura del credito, e non la finalità-utilità per il percipiente. Bisogna quindi verificare se il compenso corrisposto al lettore dalla Srl possa essere equiparato a stipendio, salario o indennità relativi a rapporti di lavoro. 

Difatti, se l’amministratore è anche lavoratore dipendente della società, lo stipendio può essere pignorato nei limiti di un quinto e non oltre. Ricordiamo però che intanto l’amministratore di una società di capitali può svolgere anche l’incarico di lavoratore subordinato a patto che vi sia uno svolgimento di mansioni diverse da quelle proprie della carica sociale rivestita. E ciò può avvenire solo quando l’amministratore-dipendente è membro di un consiglio di amministrazione. Invece, nel caso di società con amministratore unico, vi è un’assoluta incompatibilità tra detta carica e quella di lavoro dipendente.

In altri termini, solo nelle società con organo amministrativo collegiale è possibile che un membro del Cda sia anche dipendente, e sempre a condizione che le attività svolte da lavoratore siano diverse da quelle svolte come amministratore. Invece, nelle società che hanno una sola persona come amministratore, la coesistenza della carica di amministratore con quella di lavoratore subordinato è impossibile e incompatibile. Leggi sul punto: Amministratore di società può avere contratto di lavoro dipendente?

Si può pignorare il compenso dell’amministratore di una società?

Potrebbe succedere che l’amministratore, anziché figurare come dipendente, assuma un diverso inquadramento e magari riceva un compenso per collaborazione coordinata o continuativa o un rimborso spese. 

Sul presupposto che il rapporto tra una società di capitali e il suo amministratore è inquadrato in un rapporto tipicamente societario, caratterizzato dall’immedesimazione organica tra persona fisica e società e privo del requisito della coordinazione, la Cassazione ha ritenuto che il compenso e gli emolumenti spettanti all’amministratore per le funzioni svolte in ambito societario siano interamente pignorabili, senza cioè il limite di un quinto, poiché esulano dai limiti previsti dalla legge per i redditi da lavoro dipendente. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube