Politica | News

Di Maio: «Adesso dobbiamo affrontare sfide importanti»

16 Maggio 2022 | Autore:
Di Maio: «Adesso dobbiamo affrontare sfide importanti»

Il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale ha spiegato come fronteggiare l’attuale situazione economica.

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nella puntata di ieri di Mezz’ora in più, ha ricordato che circa un mese fa è stato emesso un decreto da 14 miliardi di euro «senza fare neanche scostamenti di bilancio con cui abbiamo cominciato a fare degli interventi» e «cerchiamo di dare delle compensazioni sui prezzi delle materie prime a tutti coloro che devono realizzare infrastrutture nell’ambito del Prnrr, come diamo un bonus alle famiglie meno abbienti perché devono fronteggiare il calo del potere d’acquisto».

«Proprio perché stiamo affrontando una situazione economica e sociale veramente difficile – ha spiegato il titolare della Farnesina – purtroppo in un anno che viene dopo l’anno scorso dove abbiamo avuto una crescita economica al 6%, i primi obiettivi del Pnrr realizzati, record di export nel mondo per quanto riguarda il Made in Italy, adesso abbiamo un anno in cui dobbiamo affrontare sfide importanti, ma non son preoccupato perché il governo di unità nazionale, che tiene all’interno forze che hanno sensibilità molto diverse, è nato proprio per affrontare questa difficoltà».

«Finché abbiamo una situazione economica così da qui alla fine della legislatura questo governo esiste proprio per riuscire ad affrontare un momento difficile come questo», ha detto, rimarcando che la parola “stabilità” – che «non è una parola brutta» – serve a «dire che se riusciamo ad affrontare con un governo stabile questi problemi evitiamo che i tassi di interesse schizzino alle stelle, che la dinamica del prezzo dell’energia continui a salire».

«Dobbiamo vincere la battaglia in Europa sul prezzo massimo al tetto del gas», ha insistito. «Io non sono preoccupato – ha concluso – ci sono delle discussioni in corso in una maggioranza che tra gruppi e partiti ha più di nove entità» ed è «anche normale che ci sia un dialogo e un contraddittorio interno».

«Tutti stiamo lavorando per la pace» e «da ministro di questo governo e appartenente al Movimento 5 Stelle provo una congruenza totale rispetto a quello che sto facendo perché la forza politica a cui appartengo è stata molto responsabile» e ha «stabilito che si potevano dare aiuti all’Ucraina rispettando il principio della legittima difesa«, dare «aiuti finanziari all’Ucraina» e «abbiamo accolto tutti i pacchetti sanzioni che abbiamo portato avanti a livello europeo», ha detto sottolineando come si tratti dell’«unico strumento pacifico che abbiamo per colpire l’economia di Putin e convincerlo a venire al tavolo».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube