Diritto e Fisco | Articoli

Come funzionerà la nuova lotteria degli scontrini

17 Maggio 2022 | Autore:
Come funzionerà la nuova lotteria degli scontrini

Il gioco creato per combattere l’evasione fiscale cambia e diventa istantaneo: si saprà alla cassa, al momento del pagamento, se e quanto si ha vinto.

Si parte da un dato di fatto: così com’era stata concepita nel febbraio 2021, la lotteria degli scontrini si è dimostrata un autentico flop. Secondo la Cgia di Mestre, all’inizio si registravano 25mila giocate al mese. Oggi, è già tanto se si arriva a 5mila. Il che dimostra lo scarso interesse dei consumatori. La scelta, dunque, è obbligatoria: o la si elimina (com’è stato fatto con il cashback di Stato, anche questo non proprio entusiasmante) o la si cambia. Per ora, il Governo ha optato per questa seconda soluzione. Il gioco abbinato agli acquisti con moneta elettronica continuerà ad esserci ma in versione – forse – più appetibile. E come funzionerà la nuova lotteria degli scontrini?

La norma c’è già, fa sapere il sottosegretario all’Economia Federico Freni. E introduce una novità che dovrebbe far risalire l’interesse degli italiani verso un gioco creato per fare felice non tanto il cittadino quanto il Fisco, visto che per partecipare bisogna pagare con strumenti tracciabili evitando così degli incassi in nero. Ecco allora che la lotteria degli scontrini si trasforma e diventa istantanea. Niente più incertezze all’uscita del negozio o del supermercato sulla probabile vincita: se si è stati fortunati lo si saprà subito e alla cassa.

Lotteria degli scontrini: la prima versione

Il meccanismo iniziale della lotteria degli scontrini, tuttora in vigore fino all’arrivo della lotteria istantanea, è il seguente. Il consumatore maggiorenne e residente in Italia doveva procurarsi sul sito creato per questo gioco (lotteriadegliscontrini.gov.it), nella sezione «Partecipa ora», il codice lotteria da mostrare all’esercente al momento di ogni acquisto con moneta elettronica (carta di credito, Bancomat, app).

L’esercente registra il codice lotteria con un apposito lettore ottico ed emette lo scontrino che contiene dei biglietti virtuali per partecipare alla lotteria: un biglietto virtuale per ogni euro speso per un massimo di 1.000 biglietti per ogni scontrino. Significa che per un acquisto da 100 euro si ottengono 100 biglietti, per uno da 500 euro si ricevono 500 biglietti ma per uno di 3.000 euro si ha diritto a 1.000 biglietti. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà un altro biglietto virtuale (un cappuccino da 1,80 euro pagato con moneta elettronica dà diritto a 2 biglietti).

Non è possibile partecipare alla lotteria con acquisti:

  • di importo inferiore a un euro;
  • effettuati online;
  • effettuati nell’esercizio di attività di impresa, arte o professione.

L’abbinamento tra scontrino e codice lotteria viene trasmesso dall’esercente all’Agenzia delle Entrate, quindi già risultano registrati. Vuol dire che non è necessario conservare lo scontrino per dimostrare un’eventuale vincita.

Sono previsti tre tipi di estrazioni con i relativi premi:

  • estrazione settimanale con 15 premi da 25mila euro;
  • estrazione mensile con dieci premi da 100mila euro;
  • estrazione annuale con un premio da 5 milioni di euro.

Può vincere anche l’esercente. Per lui, infatti, sono riservati questi premi:

  • estrazione settimanale: 15 premi da 5mila euro;
  • estrazione mensile: dieci premi da 20mila euro;
  • estrazione annuale: un premio da 1 milione di euro.

Con un solo scontrino si può partecipare alle estrazioni settimanali, mensili o annuali.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli comunica la vincita tramite Pec o raccomandata a/r garantendo in ogni momento la riservatezza dell’identità del vincitore e segnalando l’obbligo di recarsi – entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione – presso l’ufficio dell’Agenzia delle Dogane territorialmente competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Lì va effettuata l’identificazione e l’indicazione delle modalità di pagamento, che avviene esclusivamente mediante bonifico bancario o postale.

Lotteria degli scontrini: la nuova versione

La novità assoluta (e finora l’unica nota) della lotteria degli scontrini è che la vincita diventa istantanea. Spariscono, dunque, le estrazioni così com’erano state concepite nella versione precedente del gioco, anche se la nuova norma (che ancora deve trovare collocazione nel contenitore legislativo giusto ma che dovrebbe essere operativa da luglio 2022) non esclude che qualche vincita «differita» ci possa ancora essere.

Il consumatore mostrerà all’esercente al momento di effettuare il pagamento (quindi alla cassa) il codice lotteria. Secondo un meccanismo che verrà reso noto dall’Agenzia delle Dogane dopo l’entrata in vigore della norma (probabilmente un particolare algoritmo), l’acquirente non dovrà attendere l’estrazione per sapere se è stato fortunato ma saprà subito alla cassa se e quanto ha vinto. Sarà sempre l’Agenzia delle Dogane a determinare i premi e le modalità di pagamento.

L’altra novità importante è che non ci sarà un abbinamento esclusivo tra un codice lotteria ed una carta di credito o un Bancomat: lo strumento di pagamento elettronico può essere abbinato ad altri codici per permettere di partecipare con una sola carta ad altri membri della famiglia. In altre parole, con la carta di credito del marito può partecipare la moglie, con la carta della moglie può partecipare il figlio, con il Bancomat del figlio possono partecipare i genitori, ecc. Significa che non occorre essere titolari di una carta di credito o di debito per ottenere un codice lotteria e che chi ha un conto cointestato può avere due codici con un solo strumento di pagamento.

L’ultima questione – per ora – riguarda gli esercenti che si rifiutano di far partecipare i consumatori alla lotteria: potranno essere denunciati all’Agenzia delle Dogane.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube