Diritto e Fisco | Articoli

Ora le direzioni regionali dell’Agenzia Entrate possono fare ispezioni e controlli

5 Ottobre 2014
Ora le direzioni regionali dell’Agenzia Entrate possono fare ispezioni e controlli

Accertamento fiscale: anche gli uffici periferici dell’amministrazione finanziaria hanno poteri istruttori e, quindi, possono svolgere indagini nei confronti dei contribuenti.

Contribuenti braccati. Anche le direzioni regionali delle Entrate (DRE) hanno poteri istruttori e, pertanto, possono quindi fare ispezioni e controlli nei confronti dei cittadini.

Lo ha sancito la Cassazione che, con la sentenza di venerdì scorso [1], ha accolto il ricorso dell’Agenzia delle entrate, così sancendone, di fatto, l’ufficialità del relativo potere ispettivo.

La questione è estremamente importante perché, alle numerose eccezioni di incompetenza dell’ufficio della DRE, sollevate dai contribuenti destinatari di ispezioni, i giudici di primo e secondo grado avevano spesso accolto tali istanze. Ora, invece, non sarà più così o, quanto meno, ci sarà bisogno di una valida motivazione per dissentire dal dictat della Suprema Corte.

I Supremi giudici, infatti, dopo aver ripercorso tutte le norme vigenti in materia, hanno messo nero su bianco che alle Direzioni regionali delle entrate deve riconoscersi, per disposizione regolamentare, la competenza a svolgere anche attività istruttoria (ispezioni, accessi, controlli, acquisizione informazioni e documenti, redazione dei relativi processi verbali) i cui risultati potranno essere utilizzati dalle Direzioni provinciali ai fini della emissione degli atti impositivi [2].


note

[1] Cass. sent. n. 20915 del 3.10.2014.

[2] Inoltre, precisa ancora la Corte, le disposizioni del decreto legge n. 185/2008 conv. in legge n. 2/2009, che trovano applicazione soltanto a far data dall’1.1.2009, non hanno attribuito alla DRE una competenza in materia di accertamento fiscale prima inesistente, ma hanno inteso fondare su norma di fonte primaria (dunque sottratta tanto ad eventuali modifiche statutarie, quanto a successive modifiche attuate mediante esercizio della potestà regolamentare od organizzativa dell’ente pubblico “Agenzia”) il riparto tra le strutture di vertice di livello periferico (Direzioni regionali; Direzioni provinciali e uffici dipendenti) delle competenze relative alla attività di verifica fiscale, istituendo una riserva esclusiva di competenza a favore della DRE in relazione alla rilevanza economico-fiscale del soggetto accertato.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube