Diritto e Fisco | Articoli

Quali reati commettono i controllori

18 Maggio 2022
Quali reati commettono i controllori

Limiti ai poteri del controllore dell’autobus, del treno o di qualsiasi mezzo di trasporto pubblico: cosa può fare e cosa non può fare.

Anche i controllori dell’autobus o del treno possono commettere reati. La loro qualifica di pubblici ufficiali non li esonera dal rispettare i limiti ai poteri riconosciuti loro dalla legge. Ma quali sono questi poteri e soprattutto i limiti? In altre parole, quali reati commettono i controllori di autobus, treno, metropolitana e, in generale, di tutti i trasporti pubblici? Faremo qui di seguito una rapida rassegna.

Il controllore può chiedere i documenti d’identità?

Sicuramente, il controllore può chiedere i documenti d’identità ad un passeggero, ma non può imporglielo. Un simile potere, del resto, non è previsto neanche in capo alle forze dell’ordine (ad eccezione solo della patente per chi guida l’auto). 

Nessuno può essere costretto a uscire di casa con la carta d’identità: ragion per cui, se il controllore trova un passeggero senza biglietto e, nel fargli la multa, ha il sospetto che questi stia mentendo nel fornire i propri dati, non può obbligarlo, né tantomeno minacciarlo, a consegnargli i documenti, né per questo potrebbe denunciarlo o multarlo per un importo superiore. 

Cosa si rischia a dare informazioni false al controllore?

Questo non toglie però che chi dà informazioni false al controllore, ad esempio in merito all’indirizzo ove abita, commette reato di falso. E a quel punto sarà inutile dire che è stato il controllore a sentire male il cognome o il numero civico di residenza del trasgressore: in quanto pubblico ufficiale, le sue dichiarazioni valgono più di quelle del privato. E dunque potrà ben attestare che gli è stata detta una bugia. 

Cosa può fare il controllore se ha il sospetto che il passeggero dice una bugia?

Atteso che non può costringere il passeggero a fornire la propria patente o la carta d’identità, cosa può fare il controllore per verificare la correttezza delle dichiarazioni da questi ricevute per la compilazione del verbale? Se ha il sospetto che stia mentendo, può chiamare la polizia. Ma non può costringere il passeggero ad attendere gli agenti: non può cioè bloccarlo alla fermata dell’autobus o chiuderlo dentro l’autobus stesso. Diversamente, commetterebbe reato di violenza privata e potrebbe essere querelato. 

Qualche controllore sta iniziando ad avvalersi dei social network: fa una foto con il proprio cellulare al passeggero e poi fa una ricerca, nel proprio ufficio, tramite Google per verificare la corrispondenza dei dati ricevuti rispetto a quelli inseriti sul web o sulle piattaforme. E in caso di mancata coincidenza, fa partire la querela. Ma il controllore deve poi cancellare immediatamente la foto e sicuramente non renderla pubblica o inoltrarla su altri dispositivi, diversamente commettendo una violazione dell’altrui privacy.

Quali sono i comportamenti del controllore vietati dalla legge?

Abbiamo appena detto che il controllore non può trattenere il passeggero nel mezzo pubblico contro la sua volontà in attesa della polizia. Ma può imporgli di scendere ovunque si trovi. E se quest’ultimo si rifiuta, e perciò blocca la marcia del mezzo per un apprezzabile tempo, rischia una condanna per interruzione di pubblico servizio. Ciò nonostante il controllore non può insultarlo, spingerlo, strattonarlo o minacciarlo, costringerlo con la forza a scendere; diversamente commettendo a sua volta un ulteriore illecito, quello di ingiuria, di violenza privata o di minaccia. Ricordiamo che l’ingiuria non è più un reato. 

Il fatto di opporsi passivamente alle insistenze del controllore però non configura il reato di resistenza a pubblico ufficiale: tale illecito richiede infatti un comportamento attivo e non semplicemente passivo. 

Il controllore può portare in questura il passeggero?

Commetterebbe un abuso e una violenza il controllore che costringa il passeggero a seguirlo in questura. Tale compito, come anticipato sopra, è rimesso solo alla polizia. 

Approfondimenti

Controllore autobus: può trattenere chi è senza biglietto?

Quali poteri ha il controllore dell’autobus?



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube