Politica | Articoli

Come si entra nella Nato

19 Maggio 2022 | Autore:
Come si entra nella Nato

La procedura per far parte dell’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico Nord: ci vuole l’unanimità di tutti gli Stati membri.

Non è un processo breve ma nemmeno impossibile. A meno che qualche Stato membro abbia voglia di mettere il bastone tra le ruote: a quel punto, l’adesione all’Alleanza Atlantica potrebbe essere seriamente compromessa. La strada che attende Finlandia e Svezia per potersi dire membri di pieno diritto della Nato, dopo che entrambe hanno presentato la richiesta ufficiale, sarà assai lunga. Il traguardo potrebbe diventare più vicino se, viste le circostanze e le ragioni per cui i due Paesi hanno manifestato la volontà di farne parte, ci sarà l’esplicito tentativo di semplificare le procedure. Ma come si entra nella Nato? Come si diventa membri di quell’organizzazione tanto sgradita alla Russia?

Si parte dalla richiesta formale di adesione che il Paese interessato ad entrare nella Nato deve avanzare. Richiesta che, però, deve essere prima approvata dal proprio Parlamento. Dopodiché, inizia un percorso a tre tappe.

La prima è quella dell’Intensified Dialogue, cioè del negoziato preliminare sui motivi per i quali uno Stato vuole aderire all’Alleanza Atlantica (fase in cui si trova l’Ucraina, dopo il congelamento del processo a causa dell’invasione russa).

La seconda fase viene chiamata Map, cioè Membership action plan. Il Paese interessato viene preparato a soddisfare i requisiti necessari a diventare formalmente candidato all’adesione. Si tratta di richieste di tipo politico, economico, militare e legale. Lo Stato che aspira ad essere ammesso all’Alleanza deve vantare un sistema di governo basato su:

  • una democrazia solida;
  • l’economia di mercato;
  • il rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto;
  • la predisposizione a risolvere in modo pacifico un conflitto;
  • la volontà e la capacità di partecipare alle operazioni della Nato dando il proprio contributo militare;
  • uno standard adeguato di sicurezza;
  • una corretta gestione delle informazioni segrete.

Conclusa questa fase in modo soddisfacente, si arriva alla parte finale del percorso di adesione. L’Alleanza invita ufficialmente il Paese ad entrare nella Nato. E qui c’è il momento che per Finlandia e Svezia potrebbe rappresentare il vero ostacolo dell’adesione: l’invito deve essere approvato all’unanimità. Il problema è che non tutti sono d’accordo con l’ingresso di Helsinki e Stoccolma (vedi la Turchia). Se non c’è un voto unanime, si rischia il blocco della procedura.

Ma se Ankara rivedrà la sua posizione e non ci saranno intoppi, partirà una serie di colloqui nella sede Nato di Bruxelles per avere la conferma dell’effettiva volontà di adesione e per valutare le reali risorse che il Paese candidato è in grado di offrire all’organizzazione e l’opportunità di integrarle.

Infine, il ministro degli Esteri dello Stato interessato invia al segretario generale della Nato una lettera in cui il suo Paese si prende l’impegno di accettare ogni vincolo previsto dall’ingresso nell’Alleanza. La quale, predispone il Protocollo di adesione che verrà firmato e ratificato da tutti i Paesi membri. In Italia, sarà necessario il voto favorevole del Parlamento.

Solo a quel punto, quando tutti gli Stati hanno dato parere positivo all’adesione, il Paese candidato entra formalmente a far parte della Nato.

Se l’ingresso di Finlandia e Svezia verrà confermato, l’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico Nord conterà su 32 membri. L’ultima adesione fu quella della Macedonia del Nord nel 2020.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube