Cronaca | News

Nato: quanto è strategico l’ingresso di Finlandia e Svezia?

20 Maggio 2022 | Autore:
Nato: quanto è strategico l’ingresso di Finlandia e Svezia?

L’adesione di Helsinki e Stoccolma al Patto Atlantico porterebbe in dote uomini, potenza aerea e marittima: in sostanza, il controllo del Baltico.

Mentre in Ucraina non si arresta il conflitto divampato dopo l’invasione di Putin, nel resto del mondo si gioca una partita a scacchi: ogni sfera di influenza porta avanti le proprie strategie per guadagnare qualche tipo di vantaggio e la Nato riceve, da parte di Svezia e Finlandia, la richiesta di adesione al Patto Atlantico. Il matrimonio farebbe comodo a tutte le parti in causa: i Paesi scandinavi avrebbero più garanzie rispetto alla minaccia russa, mentre l’Occidente guadagnerebbe in potenza militare ed assetto strategico.

C’è innanzitutto da chiedersi come mai, dopo decenni – se non secoli – di curatissima neutralità, Helsinki e Stoccolma abbiano deciso di cambiare strategia e passare dalla parte dell’Occidente. La risposta risiede ovviamente nella percezione dell’equilibrio geopolitico mondiale, totalmente alterata dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin. Il senso di sicurezza da determinati tipi di minaccia è uscito decisamente assottigliato dagli avvenimenti degli ultimi mesi, specialmente per quei Paesi che con la Russia entrano direttamente e geograficamente a contatto. Paesi che, alleandosi nella Nato, potrebbero invece beneficiare di una rete di sicurezza non indifferente, garantita da tutti gli altri firmatari del Trattato.

In primis la Finlandia, che condivide con la Russia 1.348 chilometri di confine: si tratta di un dettaglio che da solo, qualora l’adesione alla Nato venisse ratificata, basterebbe a creare non pochi problemi a Putin, che vedrebbe così in un colpo solo raddoppiata la striscia di contatto con Paesi facenti parte dell’Organizzazione.

Un elemento che andrebbe direttamente a rimpolpare la casella dei vantaggi per l’Alleanza è quello della potenza militare. Stando alle fonti britanniche, le forze armate finlandesi rappresenterebbero un vero e proprio punto di forza: si tratta di sezioni altamente specializzate, anche se complessivamente poco numerose (circa 21.500 individui). La popolazione potenzialmente bellica è però di gran lunga superiore: tutti i cittadini sotto i 30 hanno svolto il servizio militare per un anno e, se conteggiati, porterebbero il numero di possibili combattenti a circa 900.000 unità. E i vantaggi non sarebbero limitati agli uomini, ma si estenderebbero anche agli armamenti: la Finlandia può infatti contare su una potenza di fuoco non indifferente, sfruttata principalmente con mezzi di terra d’aria.

La Svezia ha invece a disposizione un numero inferiore di uomini, ma compensa con sottomarini – questi ritenuti i più avanzati al mondo in campo di tecnologia stealth – e navi d’attacco che la Finlandia non può vantare. Non è affatto da sottovalutare, dunque, il netto controllo che la Nato acquisirebbe su tutta l’area che si estende dal Baltico all’Artico grazie al contributo della marina svedese.

Non si fa fatica ad intuire la motivazione per cui l’improvviso schieramento di Helsinki e Stoccolma al fianco della Nato rimarrebbe particolarmente indigesta a Putin e, di contro, la firma definitiva del Trattato da parte di Svezia e Finlandia si rivelerebbe una mossa strategicamente vincente per l’Alleanza stessa. Una mossa che, di fatto, potrebbe anche mettere alle corde la capacità di gestione politica del Cremlino.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube