Congedo matrimoniale: la nuova modalità di richiesta

24 Maggio 2022 | Autore:
Congedo matrimoniale: la nuova modalità di richiesta

L’Inps mette a disposizione sul proprio sito una procedura online per presentare la domanda in modo più semplice e veloce.

È cambiata la modalità con la quale è possibile richiedere all’Inps l’assegno per congedo matrimoniale. Diventa, così, più semplice per gli sposi.

L’Istituto nazionale di Previdenza sociale, grazie a progetti finanziati dai fondi del Pnrr, è impegnato in un percorso di rinnovamento e digitalizzazione che ha dato vita al progetto «HUB delle prestazioni non pensionistiche». Si tratta di una piattaforma unificata che raccoglie tutte le domande online delle prestazioni non pensionistiche che l’ente eroga, tra queste anche il congedo matrimoniale. Questa nuova piattaforma ha lo scopo di semplificare le procedure e rispondere in maniera più immediata ed efficace agli utenti.

L’assegno di congedo matrimoniale a pagamento diretto dall’Inps può essere richiesto entro un anno dalla data del matrimonio (o unione civile) e consiste in una prestazione previdenziale dall’importo pari a sette giorni di retribuzione (otto nel caso di marittimi). L’assegno viene concesso in caso di matrimonio civile o concordatario oppure unione civile, mentre non è previsto per il semplice matrimonio religioso.

Hanno diritto al congedo matrimoniale:

  • tutti i lavoratori dipendenti, ad esclusione di quelli con qualifica di impiegati o quelli esclusi dall’applicazione delle norme sugli assegni per il nucleo familiare con il versamento dello specifico contributo;
  • tutti i lavoratori disoccupati che nei 90 giorni precedenti all’evento hanno lavorato per almeno 15 giorni alle dipendenze di aziende industriali, artigiane o cooperative;
  • tutti i lavoratori che, nonostante l’esistenza di un rapporto lavorativo, per qualche giustificato motivo – come ad esempio il richiamo alle armi – non siano in servizio.

Una volta goduto del congedo matrimoniale non è possibile ottenerne un altro se non nel caso di vedovi, divorziati o sciolti da unione civile. In sostanza, per ciascun matrimonio spetta un solo congedo matrimoniale.

Il nuovo servizio Inps prevede la possibilità di fare domanda per il congedo matrimoniale direttamente sul sito dell’Istituto (inps.it) seguendo i seguenti passaggi: «prestazioni e servizi» / «servizi» / «assegno congedo matrimoniale».

Come indicato dallo stesso Inps, la procedura può essere utilizzata attraverso:

  • il sito web dell’ente, entrando con il proprio Spid di livello 2 o superiore o tramite Cns (Carta nazionale dei servizi) Carta d’identità elettronica 3.0 (Cie);
  • contact center, contattando i numeri 803 164 (gratuito da rete fissa) e 06 164 164 da rete mobile;
  • rivolgendosi a un patronato o tramite ulteriori intermediari dell’Istituto.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube