Lo Stato paga bici e monopattini

24 Maggio 2022
Lo Stato paga bici e monopattini

Avanzati dei soldi per il bonus mobilità: il Fisco decide di portare al 100% fino a 750 euro il credito d’imposta di chi già aveva ottenuto il beneficio.

Fino a 750 euro regalati dallo Stato per comprare una bicicletta o un monopattino. Non è un atto di insolita generosità da parte dell’Agenzia delle Entrate ma il risultato di una situazione altrettanto insolita: dei 5 milioni di euro stanziati nel 2020 per coprire il fabbisogno del bonus mobilità, sono avanzati dei soldi. Così, il Fisco ha deciso di portare il credito d’imposta al 100%, anziché aprire una nuova finestra per ulteriori beneficiari.

In altre parole: non è possibile richiedere altri bonus ma chi l’ha ottenuto si troverà un credito d’imposta al 100% fino a 750 euro anziché un bonus con percentuale più bassa.

L’agevolazione era stata introdotta dal decreto Rilancio nel 2020 con l’obiettivo di ridurre il numero dei mezzi inquinanti, favorendo la mobilità «green» nelle città. Il provvedimento riconosceva il bonus sotto forma di credito d’imposta a chi aveva acquistato dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre dello stesso anno:

  • monopattini elettrici;
  • biciclette tradizionali o elettriche;
  • abbonamenti al trasporto pubblico;
  • servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, la cosiddetta «sharing mobility».

Tuttavia, per beneficiare del bonus, occorreva rottamare nello stesso periodo, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo veicolo di categoria M1 rientrante tra quelli previsti dalla normativa in materia.

Successivamente, e visto il riscontro non proprio entusiasmante dell’iniziativa, era stato deciso di aprire una nuova finestra per prenotare il bonus, finestra che si è chiusa pochi giorni fa. Il tempo di fare due conti e l’Agenzia delle Entrate ha capito che i 5 milioni stanziati dal decreto Rilancio nel 2020 bastavano e avanzavano per coprire al 100% tutte le richieste.

Così, i beneficiari del bonus si trovano ora con un credito d’imposta pari alla spesa sostenuta per l’acquisto di bici o monopattino fino ad un massimo di 750 euro. Se l’importo pagato per il mezzo è superiore, il credito d’imposta resta, comunque, pari a quella cifra. Il credito non è cumulabile con «altre agevolazioni di natura fiscale aventi ad oggetto le medesime spese».

Il beneficio fiscale viene riconosciuto esclusivamente nella dichiarazione dei redditi: in pratica, serve a diminuire le imposte dovute ma solo nel periodo d’imposta 2022. Si parla, quindi, del 730 che verrà presentato nel 2023.


note

[1] Ag. Delle Entr. n. 28363/2022


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube