Diritto e Fisco | Articoli

Il trucco per ottenere il reddito di cittadinanza anche con Isee alto

25 Maggio 2022
Il trucco per ottenere il reddito di cittadinanza anche con Isee alto

Ecco come gli italiani riescono ad abbassare l’Isee e a ottenere i sussidi: i due metodi per eludere i controlli. 

Anche chi ha un Isee superiore al limite fissato dalla legge riesce ad ottenere il Reddito di cittadinanza. E ciò grazie a un trucco a cui hanno già fatto ricorso diversi italiani, almeno stando alle sentenze dei tribunali e agli accertamenti della Finanza effettuati da quando è stata introdotta la misura di contrasto alla povertà. 

Vediamo dunque come ottenere il Reddito di cittadinanza anche con un Isee alto.

Il tetto all’Isee per il Reddito di cittadinanza

Come tutti sapranno, per ricevere il Reddito di cittadinanza è necessario avere un Isee in corso di validità non superiore a 6.000 euro che diventano 9.360 euro per chi vive in affitto. 

Il sostegno statale dura al massimo 18 mesi, trascorsi i quali può essere rinnovato, previa sospensione di un mese, presentando una nuova domanda già a partire dal mese successivo a quello di erogazione della diciottesima mensilità.

Il riferimento all’Isee è ciò che spesso impedisce l’ottenimento del beneficio da parte dell’Inps. Non capita di rado, infatti, che proprio la presenza, in famiglia, di una persona che percepisce un reddito elevato o comunque sopra la soglia prevista dalla legge impedisca agli altri – seppur non diretti fruitori di tale reddito – di ottenere il Reddito di cittadinanza. 

Reddito di cittadinanza: va ai single

L’importo riconosciuto varia in funzione della composizione del nucleo: il 43,8% (522.461) è composto da single che ricevono in media 457,79 euro; solo il 7,44% ha almeno cinque componenti (90mila nuclei) ed ottiene 740,91 euro.

Il fatto che quasi la metà dei percettori del Reddito di cittadinanza non è sposata, o non lo è più, dovrebbe già far intuire qual è il primo dei trucchi utilizzato dagli italiani per avere il RdC nonostante un Isee alto. Lo vedremo qui di seguito. Ad esso se ne accompagna un altro rivolto a far apparire il conto corrente vuoto, nonostante la presenza di una considerevole somma di risparmi.

I trucchi per avere il Reddito di cittadinanza con Isee alto

Il primo di questi trucchi è stato di recente scoperto e “neutralizzato” dal tribunale di Crotone [1]. In realtà, nel caso di specie, era in gioco la richiesta della pensione sociale, ma l’espediente si presta per qualsiasi tipo di provvigione assistenziale erogata dallo Stato. 

In buona sostanza, si tratta di un metodo tanto semplice quanto vecchio: la finta separazione con rinuncia al mantenimento. I coniugi simulano una separazione consensuale in tribunale, dinanzi al giudice. In questo modo, la donna – che, di solito, è il coniuge economicamente più debole – forma nucleo familiare a sé stante e presenta un proprio Isee, distaccato da quello del marito. Il suo Isee apparirà quindi più basso di quello che avrebbe potuto avere se fosse rimasta formalmente sposata.

I due poi, per rendere più credibile la separazione, fissano una diversa residenza. 

In questo modo la donna può ottenere il reddito di cittadinanza.

Ci sono due lati deboli che rendono attaccabile questo sistema. Innanzitutto, secondo il tribunale di Crotone, il fatto di rinunciare agli alimenti dall’ex, pur versando in una condizione di difficoltà economica, è sufficiente prova di un intento elusivo. Del resto, perché mai, pur dinanzi a una situazione di disagio – tale cioè da doversi rivolgere all’Inps per ottenere l’assegno sociale – si abdica all’assegno di mantenimento? 

In secondo luogo, il cambio di residenza, non accompagnato da un effettivo trasferimento del richiedente, è un indice di simulazione della separazione. La conseguenza è che l’Inps potrebbe revocare l’erogazione del Reddito di cittadinanza.

Come abbassare l’Isee operando sul conto corrente

La giacenza media annua del conto corrente incide sull’Isee poiché contribuisce a calcolare il reddito familiare. Una persona con un conto corrente esiguo o del tutto vuoto avrà un Isee più basso di chi ha un conto ricco. Il secondo trucco per avere il Reddito di cittadinanza è dunque quello di ridurre drasticamente, e in modo artificioso, la giacenza media del proprio conto facendosi rilasciare dalla banca un assegno circolare a fronte del prelievo (di tutti o di buona parte) dei propri risparmi. L’assegno viene intestato a un’altra persona (magari un familiare) ma viene custodito personalmente dal richiedente. In questo modo, le somme fuoriescono dalla titolarità del correntista e di esse non c’è più traccia. Sicché, si abbassa anche l’Isee. Di tanto abbiamo già parlato nell’articolo Isee basso: come gli italiani truffano lo Stato. 

In pratica, tutte le volte in cui una persona richiede un assegno circolare, sul suo conto viene segnata un’operazione negativa, con addebito dell’importo e riduzione della giacenza. Il che concorre ad abbassare l’Isee. Tale somma però non viene corrisposta a nessuno finché il titolo resta nelle mani del richiedente. Il denaro viene custodito dall’istituto di credito, come in una sorta di conto separato, non intestato a nessuno. L’assegno poi può essere revocato dallo stesso richiedente prima di tre anni. 

Anche questo trucco è piuttosto rodato ma, a differenza del primo, difficilmente contrastabile.  

Chi viene scoperto non rischia più nulla

Fino a qualche mese fa, chi percepiva il Reddito di cittadinanza pur non avendone i requisiti doveva restituire tutte le somme allo Stato. Oggi, non più. Non almeno quando viene acclarata una situazione di difficoltà economica. Ciò è il frutto di una recente riforma che impedisce allo Stato di agire per il recupero delle mensilità già versate nei confronti di chi, pur non avendo i requisiti di reddito per ottenere il Reddito di cittadinanza può comunque ritenersi sostanzialmente “povero”. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Ci sono altri tipi di truffe allo stato I vitalizi e i stipendi propi dei politici ladri come fornigone ladro arrestato per corruzione e gli anno ridato i vitalizi poi riguardo alle truffe del reddito di cittadinanza se io avessi il potere chi ungue viene scoperto gli dare 10 anni di galera immediata senza possibilità di difesa e se possessori di beni sequestro e recupero delle somme per 2 volte così gli farei passare la voglia di studiare e di infangare il rdc

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube