Diritto e Fisco | Articoli

Fisco online: come gestire la delega a persone di fiducia

31 Maggio 2022 | Autore:
Fisco online: come gestire la delega a persone di fiducia

Chi può operare per fruire dei servizi delle Entrate per conto di un contribuente impossibilitato o non autonomo. Le modalità di abilitazione.

Capita spesso che un contribuente non abbia la possibilità di accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate, compresi quelli disponibili nella sua area riservata. I motivi possono essere diversi: si pensi a chi è affetto da demenza senile o da una grave malattia oppure a chi non è in grado di utilizzare i sistemi informatici. Escludere per loro la possibilità di fruire di questi servizi non sarebbe cosa giusta, così l’Agenzia accetta che sia un delegato ad operare per conto loro. Quindi, per fruire del Fisco online, come gestire la delega a persone di fiducia?

Questa possibilità viene data dal 23 maggio 2022 a un rappresentante del contribuente (tutore, curatore speciale, amministratore di sostegno o genitore) o a una persona di fiducia (purché munita di procura) e consiste nel poter utilizzare, in nome e per conto della persona rappresentata e con le proprie credenziali di accesso, i servizi che l’Agenzia mette a disposizione per consentire ai cittadini di adempiere gli obblighi tributari senza doversi recare in ufficio. Vediamo nel dettaglio come gestire la delega a persone di fiducia per il Fisco online.

Delega sul Fisco online: chi può utilizzarla?

Possono utilizzare una delega per fruire dei servizi online del Fisco per conto di un altro contribuente persone legalmente autorizzate a operare al posto di:

  • soggetti incapaci, compresi i minori (a eccezione dei minori emancipati, cioè i minori che hanno compiuto 16 anni e che non sono più soggetti alla responsabilità genitoriale);
  • soggetti che a causa di un’infermità, o di una menomazione fisica o psichica si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.

Si tratta, quindi, di tutori, curatori speciali, amministratori di sostegno e genitori di minori.

Sono incluse anche le persone che agiscono sulla base del conferimento di una procura.

Delega sul Fisco online: per quali servizi?

Il rappresentante o la persona di fiducia autorizzata ad operare per conto di un altro contribuente può accedere ai seguenti servizi online.

Consultazione e ricerca:

  • cassetto fiscale (ad eccezione della scelta «2, 5 e 8 per mille»);
  • fatturazione elettronica;
  • stampa modelli F24;
  • ricevute pagamenti PagoPa;
  • lista invii effettuati;
  • ricerca ricevute;
  • documenti da prelevare;
  • richiesta rinvio ricevute;
  • interrogazione del Registro delle comunicazioni;
  • consultazioni ipocatastali.

Dichiarazione dei redditi precompilata.

Istanza per duplicato della tessera sanitaria o del codice fiscale.

Comunicazioni:

  • avvisi di regolarità;
  • altre comunicazioni;
  • contatti.

Servizi di utility e verifica:

  • controlla Pin;
  • stato richiesta certificato;
  • ripristina ambiente.

Delega sul Fisco online: come fare l’abilitazione?

Chi intende utilizzare una delega per fruire dei servizi online del Fisco per conto di un altro contribuente (il tutore, il curatore speciale o l’amministratore di sostegno) può richiedere l’abilitazione presentando l’apposito modulo insieme alla documentazione attestante la propria condizione di tutore, curatore speciale o amministratore di sostegno.

La richiesta va presentata in una di queste modalità:

  • tramite il servizio web «Consegna documenti e istanze», disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Il modulo di richiesta va sottoscritto con firma digitale intestata al delegato oppure, se sottoscritto su carta con firma autografa, scansionato e caricato a sistema, insieme alla relativa documentazione. In questo caso, non è necessario allegare la copia del documento di identità del richiedente, in quanto lo stesso si è autenticato in fase di accesso all’area riservata;
  • inviando la documentazione in allegato a un messaggio Pec (Posta elettronica certificata) a una qualunque delle Direzioni provinciali dell’Agenzia delle Entrate. Anche in questo caso, il modulo di richiesta può essere sottoscritto con la firma digitale oppure scansionato e allegato insieme alla copia del documento di identità e alla relativa documentazione;
  • se la nomina giudiziaria è già un documento informatico firmato digitalmente dal giudice, il modulo di richiesta e lo stesso provvedimento possono essere trasmessi con un messaggio di posta elettronica ordinaria (e-mail);
  • presentando presso un qualsiasi Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate il modulo in originale e la relativa documentazione.

L’abilitazione è valida fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stata attivata. Pertanto, deve essere rinnovata ogni anno con le stesse modalità appena citate. Nel caso in cui la richiesta di rinnovo venga fatta tramite posta elettronica ordinaria (cioè via e-mail), bisogna:

  • indicare gli estremi dell’istanza già depositata in occasione della prima richiesta (o, se si preferisce, allegare la documentazione già prodotta);
  • allegare la copia del documento di identità del delegato.

L’esito della valutazione della richiesta è comunicato all’utente entro 30 giorni dalla data in cui è arrivata la domanda.

Con le stesse modalità è possibile richiedere la revoca dell’abilitazione debitamente documentata.

Se l’abilitazione viene richiesta da un genitore per operare per conto di un figlio minore, occorre compilare l’apposito modulo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate sul proprio sito, contenente la dichiarazione sostitutiva con la quale attesta la condizione di genitore, specificando se l’esercizio della responsabilità genitoriale è esclusivo o congiunto.

Alla richiesta deve essere sempre allegata la copia del documento di identità del minore e, a seconda dei casi, anche del genitore.

Delega sul Fisco online: l’abilitazione di persona di fiducia

C’è qualche passaggio particolare per quanto riguarda la richiesta di abilitazione di una persona di fiducia delegata ad accedere ai servizi online del Fisco per conto di un altro contribuente giuridicamente «capace» ma in difficoltà o impossibilitato a utilizzare in autonomia gli strumenti informatici.

In questo caso, il contribuente può conferire una procura ad una sola persona. Viceversa, ogni delegato può rappresentare fino ad un massimo di tre persone. È essenziale, però, che non si tratti di una procura conferita a titolo professionale (come, ad esempio, ad un avvocato o a un commercialista nell’ambito di un rapporto tra cliente e professionista).

L’apposito modulo, reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, va presentato dalla persona rappresentata seguendo le modalità sopra descritte.

Se, invece, a causa di patologie, il contribuente interessato non è in grado di presentare la domanda, può agire la persona delegata presentandosi necessariamente presso un qualsiasi Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Al modulo vanno allegati una copia del documento di identità del rappresentato e della persona di fiducia e l’attestazione dello stato di impedimento del rappresentato, rilasciata dal medico di famiglia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube