Cronaca | News

Ecco la fine che faranno i bambini ucraini in Russia

31 Maggio 2022 | Autore:
Ecco la fine che faranno i bambini ucraini in Russia

Putin firma un editto per costringere minori e orfani strappati alla guerra a diventare russi, giurare fedeltà a Mosca e impegnarsi a combattere un domani.

Ognuno ha la propria idea dell’accoglienza. Vladimir Putin ha appena lasciato ben chiara la sua: il presidente russo è disponibile a dare un futuro ai bambini ucraini strappati alla guerra. Alle sue condizioni, però: indietro non si torna, avranno una nuova famiglia e dovranno giurare fedeltà al regime che ha invaso il loro Paese, ha ucciso o ridotto alla miseria i loro genitori e li ha, appunto, «strappati» non solo alla guerra ma anche al loro passato, alle loro radici, ai loro affetti.

È ancora fresco l’inchiostro con cui Putin ha firmato un editto (un uzake, lo chiamano a Mosca) in virtù del quale orfani e bambini portati via con la forza dall’Ucraina verranno collocati nelle famiglie russe e obbligati a fare un giuramento di adesione e di fedeltà alla Russia. Un modo per educare nuove leve che un domani saranno in grado di rimpolpare l’esercito russo, segnato in termini numerici dalla guerra, ed i consensi verso il leader del Cremlino, anche questi in preoccupante calo tra chi è in grado di sapere e di capire quale futuro attende alla popolazione russa a breve e a medio termine.

Si potrebbe dire, dunque, che Mosca fa un ulteriore mossa di saccheggio nel Paese invaso: dopo essersi appropriata del metallo e del grano dell’Ucraina, ora s’impossessa anche dei bambini. Putin ha accelerato con questo provvedimento, inserito in un decreto di tre anni fa, che semplifica all’osso la procedura per dare la cittadinanza russa a minori e orfani portati via dall’Ucraina. Non si parla solo dei bambini che arrivano dalle autoproclamate repubbliche filo-russe di Donetsk e Lugansk ma anche — e questa è la vera novità— dalle regioni di Zaporizhzhia e Kherson.

Dalle nostre parti ci si chiederebbe quale valore legale potrebbe avere una cittadinanza imposta a un minore senza il consenso di chi li rappresenta. Ma Putin ha pensato anche a questo nel suo editto, prevedendo che possano presentare la domanda di cittadinanza per i bambini anche «i capi delle organizzazioni di accoglienza per orfani o minori non accompagnati o i capi di istituzioni educative, tutori e guardiani». Si tratta, in poche parole, di soggetti o enti controllati dalle autorità russe nei territori ucraini occupati (orfanotrofi, scuole, ospedali) che ora possono decidere la nazionalità dei bambini per poi darli in adozione ad una qualsiasi famiglia russa.

Assegnati i nuovi genitori, il richiedente pronuncerà per conto del bambino la formula scritta dallo stesso Putin nell’editto: «Mi impegno a essere fedele alla Russia, a compiere scrupolosamente il mio dovere civico e a sostenere i miei obblighi in accordo con la Costituzione e le leggi della Federazione russa». Obblighi che comprendono quello di impugnare un domani un fucile e di indossare una divisa militare. Russa, ovviamente.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Putin è un essere spregevole. Quello che posso augurargli è di fare la fine di tanti dittatori, da S,Hussein a Gheddafi a Hitler e Mussolini. Questo è ciò che meritano i personaggi cattivi e sanguinari

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube