Politica | News

Draghi promette nuovi aiuti contro il caro-vita

31 Maggio 2022 | Autore:
Draghi promette nuovi aiuti contro il caro-vita

Il premier al termine del Consiglio Ue: siamo intervenuti in favore delle famiglie vulnerabili e lo faremo ancora. Su Salvini: non entro ma chiedo trasparenza.

Inutile nascondersi dietro un dito: anche il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è costretto ad ammettere che l’impennata dell’inflazione registrata a maggio (+6,9% contro il +6% di aprile) è destinata a mettere in ginocchio milioni di famiglie italiane. Nonostante quello che il Governo ha cercato di fare in questi mesi per contrastare l’aumento generalizzato dei prezzi (interventi sulle bollette, bonus una tantum, ecc.), il dato reso noto dall’Istat dice che si corre il rischio di vedere un incremento della povertà.

Al termine del Consiglio europeo che si è tenuto a Bruxelles negli ultimi due giorni ed al quale Draghi ha partecipato oggi, il premier allarga le braccia e si prende un impegno come Capo del Governo: «Il dato dell’inflazione è alto, ma – premette Draghi – ci sono alcune differenze tra Unione europea e Stati Uniti. Da noi il tasso di inflazione è alto ma, per quanto riguarda l’Italia, escluso energia e cibo il dato è basso».

Energia e cibo, però, sono due componenti essenziali della vita di tutti i giorni. Draghi ne è consapevole e aggiunge: «L’inflazione crea dei trasferimenti di ricchezza e penalizza i settori più poveri, le famiglie più vulnerabili. Il Governo ha già speso circa 30 miliardi proprio per mitigare l’effetto dei prezzi dell’energia sulle famiglie più vulnerabili, che ormai sono circa sei milioni, e anche nei confronti delle imprese. Continueremo – rassicura il premier – a fare tutto quello che è necessario per aiutare i più deboli e la competitività delle imprese».

Proprio a proposito del prezzo dell’energia, Draghi commenta con soddisfazione che al Consiglio europeo «noi siamo stati accontentati: nelle conclusioni c’è un riferimento esplicito al tetto massimo dei prezzi e ora la Commissione ha ricevuto il mandato per studiare la fattibilità del tetto e anche altri questioni».

Il presidente del Consiglio è stato interpellato dai giornalisti anche sulle polemiche di questi giorni legate all’annunciato viaggio di Matteo Salvini a Mosca per un colloquio con il presidente russo Vladimir Putin: «Il Governo – si è limitato a rispondere Draghi –, quando si è formato, si è fermamente collocato nell’Unione europea e nel rapporto storico transatlantico. In questo binario si è sempre mosso e continua a muoversi. Io sono stato chiarissimo su questo. Il Governo è allineato coi partner del G7 e dell’Ue e intende proseguire su questa strada. Non si fa spostare da queste cose, nella mia audizione al Copasir ho solo raccomandato, non voglio entrare nei rapporti che i membri della maggioranza possono avere ma è importante siano trasparenti. Questo è quanto».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube