Diritto e Fisco | Articoli

Fotovoltaico in condominio: autorizzazioni e procedura

15 Ottobre 2014
Fotovoltaico in condominio: autorizzazioni e procedura

Possibili le installazioni private e comuni.

In condominio si può installare l’impianto fotovoltaico sia ad uso del singolo condomino che del condominio [1]. Il condomino può quindi installare sul lastrico solare o su ogni altra superficie comune idonea e sulle parti di sua proprietà, impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

È necessario comunicare all’amministratore le opere che si vogliono realizzare indicando il contenuto specifico e le modalità di esecuzione degli interventi, azioni o modifiche che intervengono sulle parti comuni. Il condominio in sede di assemblea, delibera [2] l’approvazione delle opere con il voto positivo del 50% degli intervenuti all’assemblea e che rappresentano almeno il 50% della proprietà del l’edificio.

Per le parti comuni (ad esempio lastrico solare e tetto) l’assemblea può ripartirne l’uso in parti uguali tra i condomini anche per l’installazione dell’impianto fotovoltaico al servizio della singola unità immobiliare e ogni condomino deve consentire l’accesso per l’esecuzione dei lavori.

Non sono soggetti ad autorizzazione gli impianti destinati alle singole unità abitative [3].

Nel condominio, anche per uno studio professionale o un negozio o un’azienda, è possibile realizzare un impianto ad energie rinnovabili, nei limiti di superficie a disposizione e della potenza installata. Anche il condomino ha interesse ad installare l’impianto nelle parti comuni (convinti e coinvolti i condomini e deliberato) per ridurre le spese elettriche condominiali: stipula il contratto di servizio scambio sul posto col Gse ed utilizza l’autoconsumo e la valorizzazione dell’energia prodotta in esubero per compensare il costo della bolletta elettrica.

L’impianto Fer condominiale si giustifica economicamente se sono presenti assorbimenti energetici significativi quali ascensore, pompe varie, luci scale, luci giardino, irrigazione ecc.

Negli impianti ad energie rinnovabili ad uso residenziale o piccolo terziario di norma il produttore e l’utilizzatore sono lo stesso soggetto. È possibile realizzare un impianto Fer da parte di un soggetto diverso che si qualifica come produttore e vende privatisticamente l’energia elettrica all’utente consumatore.

Si configura in tal modo un sistema Seu (Sistema efficiente di utenza).

Il singolo condomino può farsi il suo impianto Fer privato, come pure il condominio può installare l’impianto Fer per i servizi comuni o essere soggetto produttore e vendere l’energia ad un singolo condomino o cedere le superfici delle parti comuni ad un terzo soggetto che realizza l’impianto e rivende l’energia all’utente finale.

Anche i nostri condomini possono diventare ognuno una piccola centrale di produzione elettrica.


note

[1] L. 220/2012.

[2] Art. 5 della legge 220/2012.

[3] Art. 1122-bis cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube