Diritto e Fisco | Articoli

Indennità di accompagnamento e invalidità: il ricorso scade dopo 6 mesi

15 Ottobre 2014
Indennità di accompagnamento e invalidità: il ricorso scade dopo 6 mesi

Il termine di decadenza per il rigetto dell’invalidità civile dal 31 dicembre 2004.

Hai fatto richiesta di invalidità all’Inps e ti è stata rigettata? Sappi che hai i giorni contati per scappare da un avvocato ed, eventualmente, fare ricorso contro il provvedimento amministrativo.

Infatti, dal 2004 esiste un nuovo termine di decadenza, prima inesistente, per chi intende far ricorso contro il rigetto della richiesta di assegno di invalidità e indennità di accompagnamento.

La legge [1], in particolare, ha stabilito che, in tema di azioni al giudice per le prestazioni di invalidità civile, è necessario iniziare la causa entro sei mesi dalla data di comunicazione del provvedimento di rigetto della pubblica amministrazione. In altre parole, da tale momento, l’interessato ha tale termine entro cui agire: scaduto, la sua domanda verrà rigettata.

Ieri però la Cassazione [2] ha fornito un importante chiarimento che va a completare il puzzle della materia. Secondo la Suprema Corte, detto termine di decadenza si applica solo se il provvedimento amministrativo di rigetto dell’istanza sia stato comunicato all’interessato dopo il 31 dicembre 2004 [2]. Non si applica la decadenza, invece, nel caso in cui il provvedimento amministrativo sia stato comunicato all’interessato prima dell’entrata in vigore della nuova norma.


note

[1] Art. 42 comma 3, d.l. n. 269/2003 (“Disposizioni in materia di invalidità civile”).

[2] Cass. sent. n. 21700/2014 del 14.10.2014.

[3] Cass. sent. n. 9038/2011


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube