Cronaca | News

Nave russa davanti alla Puglia: che sta succedendo

13 Giugno 2022
Nave russa davanti alla Puglia: che sta succedendo

Il braccio di ferro tra Russia e Nato passa anche dal mare: al largo delle spiagge italiane sono state più volte avvistate navi russe.

Nel caso in cui le intenzioni russe – e il bisogno di esprimere potenza in questo momento così delicato e a tratti imbarazzante del conflitto in corso – non fossero sufficientemente chiare all’Occidente, il Cremlino ha deciso di mandare un messaggio ancora più forte ed esplicito. Questa volta lo fa attraverso le sue navi. Negli ultimi giorni, infatti, la flotta russa si è diramata nei mari di mezzo mondo, dal Baltico al Pacifico arrivando persino a toccare le coste della Puglia: un’azione che sa tanto di sfida alla flotta della Nato e alla portaerei americana Truman, che in questo momento naviga nello Ionio.

Secondo alcuni analisti l’incrociatore russo Varyag, di classe Slava, una delle unità più potenti schierate nel Mediterraneo, sta avanzando nel Mar Ionio scortato dal caccia «Ammiraglio Tributs», che ha il compito di proteggerlo da eventuali attacchi. Secondo i calcoli, la direzione presa dall’incrociatore sarebbe quella dell’Adriatico.

In base ai dati forniti dal sito «The Shipyard», che si basano sulle foto dei dispositivi satellitari, il Varyag (gemello del più sfortunato «Movska» affondato nei mari di Odessa, ma altrettanto potente) sarebbe non troppo distante dalle coste di San Maria di Leuca e a 200 miglia da Taranto, dove per altro sorge la più importante base della nostra Marina Militare.

Pare, inoltre, che sabato un velivolo da sorveglianza marittima dell’Alleanza Atlantica abbia più volte controllato dall’alto la zona ad ovest dell’isola di Zacinto, dove pare si stia dirigendo l’incrociatore.

Non è la prima volta che si verifica questo movimento sospetto della flotta russa. Negli ultimi mesi, ancor prima che scoppiasse la guerra, è accaduto in più occasioni che navi d’assalto russe fossero avvistate nel canale di Sicilia e poco distante dal Golfo di Taranto: si parla di una flotta di sette navi principali e almeno due sottomarini d’attacco. Attività che sembra abbiano lo scopo di «marcare il territorio» e, proprio in questi giorni, quello di tenere ben lontana la portaerei americana «Truman» che attualmente si trova poco distante, nello Ionio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube