Diritto e Fisco | Articoli

Assegno unico: aumenta l’importo con figli disabili

16 Giugno 2022
Assegno unico: aumenta l’importo con figli disabili

In presenza di figli disabili vengono modificati sia i criteri per la determinazione dell’assegno, sia la maggiorazione per i nuclei familiari con Isee fino a 25mila euro.

Il decreto Semplificazioni approvato ieri dal Consiglio dei Ministri prevede una modifica alla normativa sull’assegno unico universale che, come noto, è entrata in vigore lo scorso marzo. In particolare è previsto, per il 2022, un aumento del sostegno alle famiglie con figli disabili. 

In questo modo, vengono compensate le perdite dei maggiori importi sopportate dai nuclei con disabili per la cancellazione degli assegni al nucleo familiare e delle detrazioni per familiari a carico. 

In presenza di figli disabili vengono modificati sia i criteri per la determinazione dell’assegno, sia la maggiorazione per i nuclei familiari con Isee fino a 25mila euro.

Per quanto riguarda l’importo previsto per ciascun figlio minorenne, questo va, per il 2022, da un massimo di 175 euro per Isee pari o inferiore a 15mila euro fino a scendere a 50 euro in caso di Isee pari o superiore a 40mila: solo per quest’anno al figlio minorenne viene parificato ciascun figlio con disabilità a carico senza limiti di età.

Sempre limitatamente al 2022, la maggiorazione mensile fissa per ciascun figlio minorenne con disabilità, prevista in base alla condizione di disabilità definita ai fini Isee (105 euro in caso di non autosufficienza, 95 in caso di disabilità grave e 85 per disabilità media) viene estesa ai disabili maggiorenni sotto i 21 anni, ai quali, in base al successivo comma 5, spettavano finora 80 euro in più.

Si tratta di una differenza significativa se si considera che finora al figlio maggiorenne disabile fino al compimento dei 21 anni spettavano 85 euro di importo massimo base e 80 euro di maggiorazione fissa (per un totale di 165), mentre ora l’importo massimo base è di 175 euro e la maggiorazione fissa in caso, ad esempio, di non autosufficienza sale a 105 euro (per un totale di 280). 

Con un figlio maggiorenne disabile a carico di età pari o superiore ai 21 anni – per cui non è prevista una maggiorazione – si passa, invece, da un importo massimo di 85 euro a 175 euro (ferma restando, in questo caso, la possibilità della famiglia di cumulare l’assegno unico con la detrazione per familiari a carico).

Modifiche anche alla maggiorazione transitoria triennale prevista, a determinate condizioni, per i nuclei con Isee sotto i 25mila euro: solo per il 2022 viene aumentato di 120 euro l’importo mensile spettante ai nuclei con almeno un figlio a carico disabile.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube