In vigore il nuovo libretto per impianti di climatizzatori e caldaie

20 Ottobre 2014
In vigore il nuovo libretto per impianti di climatizzatori e caldaie

Debutta la nuova documentazione per caldaie, condizionatori e impianti caldo-freddo.

Il 15 ottobre scorso è entrata finalmente in vigore la riforma sui nuovi libretti di impianti per climatizzatori e caldaie.

Le novità, rispetto alla precedente normativa [1], sono essenzialmente due:

1. il libretto viene esteso a qualsiasi tipo di impianto installato nelle case degli italiani: dunque, non soltanto alle caldaie e ai sistemi di riscaldamento, come è stato sino a ieri, ma anche ai climatizzatori, impianti solari, ecc.

2. oltre al controllo sull’efficienza degli impianti, la nuova legge prevede una diagnosi completa che ne andrà a verificare sicurezza, salubrità e igiene.

Attenzione: dal 15 ottobre, il nuovo libretto si affianca a quello vecchio, che pertanto non deve essere buttato. Ogni casa avrà quindi due tipi di libretti: uno per il rapporto sull’efficienza in cui registrare le prestazioni degli impianti e uno per l’uso e la manutenzione per la sicurezza che indica gli interventi di controllo ed eventuale manutenzione per garantirne la sicurezza e la salubrità.

Chiunque occupi l’immobile, a qualsiasi titolo, è responsabile d’impianto (di riscaldamento e climatizzazione): si tratta, cioè, del proprietario nel caso di abitazione privata o dell’inquilino in caso di affitto. Fa eccezione l’affittuario in un condominio con riscaldamento centralizzato, dove la responsabilità è dell’amministratore. Se è però presente nell’appartamento un impianto di climatizzazione estiva, la responsabilità è dell’affittuario che deve farne verificare la sicurezza.

Scadenze dei controlli

La manutenzione per l’efficienza, e quindi la sua periodicità, rimarrà a discrezione delle singole Regioni e potrebbe variare dai due ai quattro anni (salvo indicazioni diverse). Mentre per tutto ciò che riguarda la manutenzione e la verifica della sicurezza e salubrità fa fede quando indicato dal manutentore. Spetterà al tecnico indicare la frequenza di questi controlli, anche se – salvo eccezioni – si tratterà di una revisione annuale.

Per conoscere tutte le nuove regole sul libretto con gli approfondimenti leggi:

Caldaie: manutenzione, nuove regole e libretto

Caldaia: come cambia revisione e libretto


note

[1] D.P.R. 74/13.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube