Diritto e Fisco | Articoli

Notificazione dell’avvocato mero domiciliatario: nullità

22 Ottobre 2014
Notificazione dell’avvocato mero domiciliatario: nullità

Comunicazione e notificazioni: vietati gli atti di impulso processuale.

 

L’avvocato domiciliatario, presso cui è domiciliato un altro avvocato munito di procura alle liti è abilitato alla ricezione delle comunicazioni e delle notificazioni degli atti del processo. Egli non è invece abilitato a compiere atti di impulso del processo.

Pertanto, la notificazione di un atto processuale (nella specie, un controricorso) da parte dell’avvocato mero domiciliatario è inesistente, e non solo nulla.

Lo ha detto la Cassazione con una sentenza di qualche giorno fa [1].

La conseguenza, posta l’inesistenza dell’atto, è che lo stesso non potrà essere sanato nemmeno se ha raggiunto il proprio scopo [2].


note

[1] Cass. sent. n. n. 21414 del 10.10.2014.

[2] Art. 156 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube