Diritto e Fisco | Articoli

Valida l’opposizione a decreto ingiuntivo invalido

22 Ottobre 2014
Valida l’opposizione a decreto ingiuntivo invalido

La nullità o l’inesistenza non preclude il successivo giudizio di merito.

Ci si può opporre a un atto che non esiste? Il problema, quando si tratta di atti processuali, da logico diventa giuridico. E certo, sebbene la prima risposta potrebbe essere un secco “no”, se così però fosse – sebbene non ci possa essere alcuna sanatoria per gli atti inesistenti o nulli – non vi sarebbe modo di opporsi mai. Insomma, un gatto che si morde la coda. Così è intervenuta la Cassazione, con una recente sentenza [1], a definire una volta per tutte la quesitone.

Chiarisce – per come c’era da attendersi – la Suprema Corte che il giudizio di opposizione ad un decreto ingiuntivo invalido, per mancanza per esempio della procura alle liti del difensore, è valido. L’invalidità del decreto ingiuntivo non ostacola il successivo giudizio di merito, quando le pretese fatte valere nel decreto ingiuntivo stesso sono riproposte in sede di opposizione.


note

[1] Cass. sent. n. 20943 del 3.10.2014.

 

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube