HOME Articoli

Lo sai che? Valida l’opposizione a decreto ingiuntivo invalido

Lo sai che? Pubblicato il 22 ottobre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 22 ottobre 2014

La nullità o l’inesistenza non preclude il successivo giudizio di merito.

Ci si può opporre a un atto che non esiste? Il problema, quando si tratta di atti processuali, da logico diventa giuridico. E certo, sebbene la prima risposta potrebbe essere un secco “no”, se così però fosse – sebbene non ci possa essere alcuna sanatoria per gli atti inesistenti o nulli – non vi sarebbe modo di opporsi mai. Insomma, un gatto che si morde la coda. Così è intervenuta la Cassazione, con una recente sentenza [1], a definire una volta per tutte la quesitone.

Chiarisce – per come c’era da attendersi – la Suprema Corte che il giudizio di opposizione ad un decreto ingiuntivo invalido, per mancanza per esempio della procura alle liti del difensore, è valido. L’invalidità del decreto ingiuntivo non ostacola il successivo giudizio di merito, quando le pretese fatte valere nel decreto ingiuntivo stesso sono riproposte in sede di opposizione.

note

[1] Cass. sent. n. 20943 del 3.10.2014.

 

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI