Cronaca | News

Bonus 200 euro: ecco chi altro ne può godere

27 Giugno 2022 | Autore:
Bonus 200 euro: ecco chi altro ne può godere

L’Inps ha chiarito chi sono gli ulteriori beneficiari della misura disposta dal Decreto aiuti per far fronte all’aumento dei prezzi dell’ultimo periodo. 

Con l’avvicinarsi di luglio, e di conseguenza con l’erogazione dell’indennità una tantum di 200 euro prevista per la stragrande maggioranza dei lavoratori e pensionati, l’Inps sta chiarendo sempre più freneticamente i dubbi residui in merito alle modalità e ai destinatari della misura.

Nell’ultima circolare diffusa [1], l’Istituto nazionale previdenza sociale ha chiarito che erogherà il bonus da 200 euro anche a chi sta beneficiando di uno scivolo di accompagnamento alla pensione.

Si devono intendere ricompresi nel novero dei beneficiari anche coloro che godono di:

  •  Ape sociale:
  • Ape volontario;
  • indennizzo commercianti per cessata attività;
  • assegni straordinari a carico dei Fondi di solidarietà;
  • prestazioni di accompagnamento a pensione;
  • indennità mensile del contratto di espansione.

La normativa prevede che l’indennità una tantum sarà corrisposta ai titolari di questi trattamenti con decorrenza entro il 30 giugno 2022, anche se verranno poi liquidati successivamente.

Nel caso in cui una persona sia titolare di prestazioni erogate sia dall’Inps che dalle Casse di previdenza dei professionisti, il bonus verrà accreditato sulla pensione pagata dall’Istituto nazionale di previdenza, mentre nel caso di prestazioni di altri enti l’Inps individuerà l’ente tenuto al pagamento e lo comunicherà ad esso.

L’indennità può essere corrisposta esclusivamente ai soggetti che risultino residenti in Italia alla data del 1° luglio 2022, con un reddito personale per l’anno 2021 non superiore ai 35mila euro.

L’indennità una tantum è corrisposta, a ciascun soggetto avente diritto, una sola volta, anche nel caso in cui tale soggetto svolga attività lavorativa. Per titolari di trattamento pensionistico o di accompagnamento alla pensione, l’importo verrà accreditato unitamente alla rata della mensilità di luglio 2022.

I titolari di trattamenti pensionistici e di accompagnamento alla pensione, beneficiari dell’indennità una tantum, potranno essere informati dell’erogazione effettuata tramite diverse modalità:

  • nota sul cedolino;
  • invio di SMS e/o e-mail qualora negli archivi dell’Istituto siano presenti i relativi contatti;
  • notifica nella sezione “MY INPS” del pensionato;
  • notifica mediante App “IO”.

Infine, nel caso in cui il soggetto riceva l’indennità come titolare di trattamento previdenziale e assistenziale sapendo che i suoi redditi dell’anno 2021 superano il tetto massimo prefissato e che quindi, una volta verificati, comporteranno la revoca del beneficio per superamento dei limiti di legge, può rinunciare all’indennità una tantum mediante specifica richiesta da  inoltrare in via telematica.

L’eventuale erogazione di somme in eccedenza può riguardare anche l’ipotesi in cui il trattamento pensionistico che abbia dato titolo al riconoscimento dell’indennità una tantum sia revocato, o in tutte quelle circostanze in cui si accerti a posteriori l’insussistenza del diritto, a prescindere dal requisito reddituale.

Proprio per accettarsi che il bonus non arrivi a chi non ne ha bisogno, l’articolo 32 del Decreto aiuti che ha previsto la misura stabilisce che: «L’Ente erogatore procede alla verifica della situazione reddituale e, in caso di somme corrisposte in eccedenza, provvede alla notifica dell’indebito entro l’anno successivo a quello di acquisizione delle informazioni reddituali».


note

[1] Inps circ. n. 73/2022


Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube