Cronaca | News

L’ultima provocazione di Putin: al G20 con i leader mondiali

27 Giugno 2022 | Autore:
L’ultima provocazione di Putin: al G20 con i leader mondiali

Mentre i leader del G7 discutono su come ostacolare l’attività bellica russa, l’Indonesia recapita un invito formale a Putin per partecipare al G20.

Resta difficile immaginarsi un tavolo di discussione sulle sorti economiche e finanziarie del mondo, senza neppure sapere se, quando si terrà l’incontro, la guerra sarà finalmente conclusa o meno. Eppure, sembra che al presidente russo Vladimir Putin l’invito a partecipare al prossimo G20 non sia apparso così paradossale.

Il capo del Cremlino ha accettato l’invito dal presidente indonesiano Joko Widodo a partecipare al vertice del G20 che si terrà il 15-16 novembre sull’isola di Bali. Lo ha reso noto il consigliere presidenziale russo Yuri Ushakov, citato dalla Ria Novosti. «Abbiamo ricevuto un invito ufficiale, che è molto importante dato che gli indonesiani sono sotto pressione da parte dei paesi occidentali interessati – ha affermato, in un riferimento alla possibilità di escludere la Russia dal G20 – Tutto questo sarà discusso il 30 giugno all’incontro tra Putin e Widodo al Cremlino, ma il nostro presidente ha ricevuto un invito, e abbiamo risposto positivamente, dicendo che siamo interessati a partecipare».

Non è chiaro se sbalordisca di più il contemporaneo invito alla Russia e all’Ucraina che, quasi con normalità, l’Indonesia ha inoltrato ad entrambe, oppure la nonchalance con cui Putin ha accettato, quasi non sapesse che le più importanti economie mondiali (quelle del G7) proprio oggi hanno concordato nel continuare la loro battaglia economica contro di lui, decretando di voler stare al fianco di Volodymyr Zelensky fino alla fine.

Il vertice internazionale riunisce importanti potenze economiche e, oltre ai Paesi del G7 (Usa, Gran Bretagna, Italia, Germania, Francia, Canada e Giappone) comprende anche governi autoritari come Russia, Cina e Arabia Saudita. La prossima riunione è prevista, come da calendario, per novembre in Indonesia.

Per placare gli animi di chi, mosso da indignazione, già stava immaginando un primo incontro tra Zelensky e Putin al G20 (che per come stanno andando le trattative di pace non pare essere un’ipotesi così remota), il presidente indonesiano ha già dichiarato la propria intenzione di esortare i suoi omologhi russo ed ucraino ad aprire al dialogo durante una missione nei due paesi e chiederà al presidente russo Vladimir Putin di ordinare un cessate il fuoco immediato. «La guerra deve essere fermata e le catene di approvvigionamento alimentare globali devono essere riattivate», ha dichiarato prima di partire per la Germania per partecipare al vertice del G7, in qualità di presidente di turno del G20. Un tentativo nobile, che finora però ha solo miseramente fallito.

Se si reagisce di «primo acchito, è difficile sedersi allo stesso tavolo» nel G20 con la Russia, che ha aggredito l’Ucraina, ma nello stesso tempo «sosteniamo il sistema multilaterale, dunque non ci sono soluzioni facili» al dilemma se partecipare al G20 insieme alla Russia. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel, in conferenza stampa a Elmau, nelle Alpi bavaresi, dove oggi si sono riuniti i leader del G7.

«Vedremo – continua Michel – forse c’è un modo per sottolineare» il sostegno dei Paesi occidentali ai valori che li accomunano, trovando una «coreografia per esprimere la nostra condanna» della guerra scatenata contro l’Ucraina, ma «senza uccidere un importante organo geopolitico» come il G20.



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube